Cancro della prostata: al via trial di fase II per combo Prostvac/Yervoy

13 ottobre, 2016 nessun commento


Un miliardo di dollari: tanto vale potenzialmente la partnership tra Bristol-Myers Squibb e Bavarian Nordic, che hanno in cantiere un trial clinico di fase II per valutare l’efficacia della combinazione tra il vaccino dell’azienda danese, Prostvac, e l’inibitore del recettore CTLA-4 Yervoy (ipilimumab), prodotto da BMS. La sperimentazione sarà eseguita su 75 pazienti con cancro della prostata in fase precoce divisi in tre gruppi: uno riceverà solo Prostvac, uno solo Yervoy e l’altro la combinazione dei due medicinali. Il trial avrà come endpoint primario la risposta delle cellule immunitarie T di tipo CD3+. Come secondo effetto si valuterà l’infiltrazione delle cellule immunitarie e le cellule T effettrici e regolatorie circolanti. Dopo il flop del vaccino nel 2014, diverse aziende farmaceutiche hanno cominciato a sperimentare la combinazione di questi prodotti con i cosiddetti ‘inibitori di checkpoint’, che favoriscono la risposta immunitaria dell’organismo. Da allora, aziende quali BMS, Johnson & Johnson e AstraZeneca hanno firmato collaborazioni con produttori di vaccini biotecnologici per testare queste combo. Così è arrivata anche la collaborazione tra BMS e Bavarian Nordic a marzo del 2015. Un accordo da 60 milioni di dollari di anticipo e 915 milioni di dollari per potenziali cocktail da portare sul mercato. Secondo il CEO di Bavarian Nordic, Paul Chaplin, il vaccino e l’inibitore del checkpoint CTLA-4 hanno “un meccanismo di azione complementare”.

Nel precedente studio di fase I, la combinazione aveva evidenziato un vantaggio rispetto alla monoterapia a livello di sopravvivenza dei pazienti con carcinoma prostatico metastatico resistente alla chirurgia. E le due aziende farmaceutiche hanno anche in programma di testare una combinazione a tre farmaci: Prostvac, Yervoy e Opdivo, l’inibitore del PD-1 di BMS. Le due società stanno anche lavorando al di fuori di questo accordo. Ad agosto BMS aveva firmato un’intesa con un’altra società biotech danese per sperimentare Opdivo con un altro vaccino contro il cancro, CV301, nel tumore del polmone non a piccole cellule. Mentre Bavarian Nordic sta portando avanti un trial di fase II per testare Prostvac da solo.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*