BridgeBio Pharma: 135 milioni di dollari per ricerca malattie genetiche

14 settembre, 2017 nessun commento


La biotech californiana BridgeBio Pharma ha ottenuto un finanziamento di 135 milioni di dollari per implemntare il settore di Ricerca e Sviluppo sulle malattie genetiche. I 135 milioni di dollari provengono da numerosi finanziatori, tra cui il nuovo fondo Viking Global Investors e il già esistente KKR. A questi si sono aggiunti Perceptive Advisors Alongside AIG, Aisling Capital, Cormorant Capital and Janus Funds. L’azienda utilizzerà i soldi per lavorare sui programmi di scoperta e sviluppo di fase iniziale, con l’obiettivo di creare terapie geneticamente mirate che “affrontino le cause fondamentali della malattia”. BridgeBio Pharma è una startup  che agisce come una struttura “hub and spoke” e ha già lanciato10 programmi di ricerca farmaceutica attraverso le sue Business Unit di dermatologia, oncologia, cardiologia, neurologia e endocrinologia. Gli obiettivi di ricerca comprendono malattie come l’amiloidosi transtiretinica, la neurodegenerazione associata a pantotenatochinasi,la sindrome di Gorlin e carcinomi a cellule basali, epidermolisi bullosa distrofica, malattia di Darier e Hailey-Hailey, sindrome di Netherton e tumori sostenuti da SHP-2, K-RAS e C-RAF.

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*