Boehringer Ingelheim: un buon 2018, ma cala l’utile operativo netto

18 Aprile, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

(Reuters Health) – Boehringer Ingelheim riporta un utile operativo netto di 3,5 miliardi di euro per il 2018.

Una cifra inferiore alle attese, a causa delle operazioni finanziarie che hanno portato l’azienda tedesca ad acquisire Merial (farmaci veterinari) da Sanofi.

Per quel che riguarda la pipeline, i forti guadagni della linea contro il diabete hanno compensato in parte il calo delle entrate del blockbuster per via inalatoria, Spiriva.

Il totale delle vendite del gruppo dello scorso anno è sceso del 3%, attestandosi a 17,5 miliardi di euro.

Le vendite di Spiriva hanno continuato a calare dopo la perdita del brevetto del farmaco e sono scese dell’11% a 2,4 miliardi di euro.

Il business dei farmaci contro il diabete, che l’azienda tedesca condivide con Eli Lilly da lungo tempo, hanno avuto, come detto, una buona performance. I ricavi di Jardiance sono aumentati di oltre la metà, arrivando a 1,8 miliardi di euro, e le entrate di Trajenta sono aumentate del 9%.

Buona anche la performance del settore veterinario che,  grazie anche all’acquisizione di Merial, ha visto aumentare i ricavi del 5,6 % nel 2018, arrivando a quattro miliardi di euro, pari al 23% dei gudadagni totali dell’azienda tedesca.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*