BMS: combo Opdivo-Cabometyx riduce mortalità nei pazienti con carcinoma renale avanzato

BMS: combo Opdivo-Cabometyx riduce mortalità nei pazienti con carcinoma renale avanzato
Condividi:
Share

(Reuters Health) – L’immunoterapia di Bristol-Myers Squibb, Opdivo, in associazione con Cabometyx, di Exelixis, ha ridotto del 40% il rischio di morte nei pazienti, mai trattati prima, affetti da carcinoma renale avanzato.

La combo ha anche raddoppiato il tempo medio che passa prima che i pazienti vadano incontro a un peggioramento della patologia; tempo che si è allungato a 16,6 mesi, rispetto a una sopravvivenza libera da progressione di 8,3 mesi per i pazienti in terapia con lo standard di cura.

Questi dati emergono da uno studio di fase III – condotto su 651 pazienti con carcinoma renale avanzato o metastatico – i cui risultati sono stati presentati all’ESMO.

Opdivo è uno dei farmaci più venduti di BMS. Gli analisti prevedono che quest’anno le vendite potranno fare incassare alla big pharma circa sette miliardi di dollari.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana Daily Health Industry)

Taggato con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*