Asma:Teva scende in campo nella sfida ad Advair (GSK)

6 luglio, 2016 nessun commento


Teva scende in campo per sfidare Advair, il farmaco sviluppato da GlaxoSmithKline contro l’asma. La casa farmaceutica israeliana ha infatti annunciato che la FDA ha accettato la sua domanda di approvazione per un concorrente del prodotto di punta in ambito respiratorio di GSK. Teva si aspetta una risposta dell’FDA entro il primo trimestre del prossimo anno.

Come l’analista di Evercore ISI, Umer Raffat, ha spiegato in una nota ai clienti, il prodotto di Teva non è una replica esatta di Advair, sebbene “arriverà più tardi”. Il candidato di Teva rilascia lo stesso principio attivo di Advair, una combinazione ICS/LABA di fluticasone propionato e salmeterolo, ma con un dosaggio più basso di salmeterolo.

E invece di utilizzare il dispositivo Diskus di Advair, difficile da riprodurre, usa Respiclick, l’inalatore prodotto dall’azienda israeliana. Il prodotto di Teva competerà con il gigante GSK e le sue imitazioni. Mylan, per esempio, ha fatto richiesta all’FDA nel febbraio scorso ed è in attesa di una decisione dell’ente regolatorio statunitense.

Le inglesi Vectura e Hikma Pharmaceuticals non sono meno agguerrite: per loro la decisione dell’FDA dovrebbe arrivare entro la primavera. Teva, però, potrebbe ritagliarsi uno spazio importante, se si considera che il suo prodotto rilascia una dose minore di salmeterolo  e i LABA sono gravati da noti effetti collaterali nell’asma.

“Stabilire un vantaggio di sicurezza richiederebbe un enorme trial, però, e in assenza di un’opportunità commerciale si dovrà fare affidamento sulla ‘percezione’ di sicurezza, piuttosto che su dati clinici effettivi”, conclude Raffat.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*