Amgen: nuovi dati a favore di Kyprolis (mieloma multiplo)

14 luglio, 2017 nessun commento


Con una riduzione del rischio di mortalità del 21% tra i malati di mieloma multiplo, il cocktail contenente Kyprolis, di Amgen, insieme a Revlimid, di Celgene, e desametasone si è mostrato più efficace della terapia con gli ultimi due farmaci da soli. La sopravvivenza media dei malati sarebbe stata di 48,3 mesi con i tre farmaci, rispetto a 40,4 con due. Sono i risultati di uno studio clinico di fase III, pubblicati mercoledì, che, almeno secondo David Siegel, uno dei ricercatori coinvolti nella sperimentazione, “potrebbero ora portare a un aggiornamento dello standard di cura”. La terapia a tre è stata approvata dalla FDA nel 2015 grazie a dati positivi dello stesso trial Aspire sulla sopravvivenza senza progressione – prolungata a 26,3 mesi rispetto a 17,6 senza Kyprolis – oltre che sulla base dell’aumento del tasso di risposta complessivo dello studio dal 67 all’87%. Questi dati, insieme a quelli forniti a marzo dallo studio Endeavor, sono una boccata d’ossigeno per Amgen che ha sborsato 10 miliardi di dollari per Onyx, il produttore del farmaco per il mieloma multiplo. In medicinale ha lottato per sopravvivere soprattutto per la concorrrenza di Takeda e Johnson & Johnson, conVelcade. Inoltre, i risultati di un trial pubblicati lo scorso settembre potrebbero aver compromesso per sempre la possibilità di avere l’autorizzazione al trattamento di prima linea dei malati di mieloma multiplo con Kyprolis. In quell’occasione, Amgen dichiarò che il cocktail a base del suo farmaco insieme a melfalan e prednisone non avrebbe superato in modo significativo il mix con Velcade nel migliorare sopravvivenza o sopravvivenza senza progressione della malattia.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*