Allergan: per Botox un futuro da antidepressivo

20 dicembre, 2016 nessun commento


Allergan sta vagliando nuovi orizzonti in ambito terapeutico ed estetico per trovare un nuovo spazio d’applicazione per Botox. La depressione potrebbe essere la prossima frontiera per il prodotto. La casa farmaceutica irlandese sta concludendo uno studio di fase 2 sulla base di studi avviati in Germania, che hanno mostrato come una singola somministrazione di Botox potrebbe raggiungere altri antidepressivi dal punto di vista dell’efficacia. Allergan presenterà i dati di questo studio il prossimo anno e, se saranno in grado di replicare i risultati tedeschi, “Botox potrebbe diventare veramente prezioso in psichiatria”, ha detto D David Nicholson, responsabile R&D di Allergan.  Naturalmente, ci sono alcune differenze evidenti tra Botox e gli attuali antidepressivi, tra cui ad esempio la modalità di somministrazione: Botox è iniettabile. Tuttavia secondo Nicholson questo non sembra essere un ostacolo.”Avremo bisogno di educare la comunità psichiatrica”, ha riconosciuto, ma se Botox può dimostrare il proprio valore, “non ho alcun dubbio che la comunità psichiatrica abbraccerà la terapia iniettabile”, ha detto. C’è anche un precedente e riguarda l’emicrania cronica, area in cui Botox ha registrato successi. “L’efficacia di Botox nel trattamento dell’emicrania cronica è così evidente che abbiamo avviato un programma di formazione, seguito anche da neurologi non soliti a prescrivere farmaci iniettabili”.

Botox, farmaco leader di Allergan con vendite per 1,98 miliardi di dollari nel 2015, già vanta 11 indicazioni terapeutiche. E mentre molte persone associano il brand  a rughe e le zampe di gallina, le vendite per gli usi terapeutici sono “leggermente superiori” di quelle per l’area estetica.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*