AbbVie Italia aderisce a M’illumino di meno

AbbVie Italia aderisce a M’illumino di meno
Condividi:
Share

AbbVie Italia partecipa per la prima volta a “M’illumino di meno”, giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, ideata nel 2005 da Caterpillar e Rai Radio2.

Il primo marzo AbbVie spegnerà le luci degli uffici e di altre aree del polo produttivo di Campoverde di Aprilia alle ore 19 per 15 minuti, un risparmio simbolico pari all’energia consumata in 5 giorni da una famiglia di 4 persone.
L’edizione 2019  di “M’illumino di meno” è dedicata all’economia circolare.

L’imperativo è riutilizzare i materiali, ridurre gli sprechi, allontanare “il fine vita” delle cose.

“Aderiamo con grande convinzione all’iniziativa – osserva l’amministratore delegato di AbbVie Italia Fabrizio Greco – perché  la riduzione dell’impronta ambientale, l’efficienza energetica, il riutilizzo delle risorse costituiscono per noi obiettivi prioritari  e irrinunciabili, perseguiti  con grande determinazione attraverso un percorso di miglioramento continuo. Lo confermano gli importanti risultati raggiunti dal polo produttivo AbbVie di Campoverde di Aprilia che  si pone in questo campo all’avanguardia. Anche per i nuovi uffici della sede di Roma abbiamo scelto una struttura che rispondesse ai più elevati standard in termini di risparmio energetico”.

“Nel nostro polo produttivo –  sottolinea Francesco Tatangelo, direttore dello stabilimento AbbVie  Italia – l’84%  dei rifiuti è inviato a recupero e dal 2005 abbiamo raggiunto quota zero rifiuti in discarica. Nel confronto con lo stesso anno è  stato dimezzato il consumo di acqua di falda.  Dal 2012 sono stati ridotti  del 10% la produzione di Co2  e del 14% i consumi energetici. L’autoproduzione di energia elettrica copre oltre il 90% dei consumi dello stabilimento ed è in larga  parte fornita  da un impianto di cogenerazione, il restante da pannelli fotovoltaici e in misura  inferiore da un impianto idroelettrico”.

Peraltro AbbVie è stata tra le prime aziende del settore farmaceutico ad aver ottenuto la certificazione 50001 sull’efficienza energetica e dal 2008 è registrata EMAS (sistema comunitario di eco-gestione e audit, cui AbbVie aderisce su base volontaria).

Non meno ambiziosi sono gli obiettivi di ulteriore riduzione del proprio impatto ambientale che AbbVie Italia si pone per i prossimi anni. Si segnalano in proposito diversi progetti pilota in corso e di prossima realizzazione, in collaborazione con Università e centri di ricerca.

Taggato con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*