Takeda: farmaco contro angioedema promettente nel trattamento di COVID-19

Condividi:
Share

(Reuters) – Icatibant, farmaco contro l’angioedema di Takeda, mostra risultati promettenti nel trattamento di COVID-19. Il farmaco è in grado di bloccare una proteina chiamata recettore della bradichinina b2 del cosiddetto sistema della chinina.

Questa proteina è regolata dalla proteina ACE2 presente sulle superfici cellulari che il coronavirus utilizza come porta di ingresso per l’infezione. Quando i ricercatori hanno analizzato le cellule nasali prelevate da pazienti con nuova diagnosi di COVID-19, hanno rilevato livelli elevati di recettore b2 della bradichinina.

Questo dato li ha portati a chiedersi se il blocco della proteina promosso da icatibant potesse proteggere le cellule che rivestono le vie aeree dal coronavirus.

“Con nostra sorpresa, icatibant ha efficacemente ridotto la carica virale di oltre il 90% e ha protetto le cellule delle vie aeree umane in coltura dalla morte cellulare causata dall’infezione da SARS-CoV-2”, afferma Adam Chaker, della Technical University of Munich, il cui team ha riportato i risultati dello studio in un articolo pubblicato dal Journal of Molecular Medicine.

I ricercatori hanno scoperto che, rispetto agli steroidi, icatibant utilizza percorsi biochimici diversi per proteggere le vie aeree. Nei loro esperimenti in laboratorio, il dosaggio ripetuto di icatibant non ha fermato completamente l’infezione da coronavirus ma ha ridotto la gravità dell’infezione.

Fonte: Reuters
(Versione italiana Daily Health Industry)

 

Notizie correlate

Lascia un commento



SICS S.r.l. Via Boncompagni 16 - 00187 Roma
Partita IVA: 07639150965

Daily Health Industry © 2022