Pfizer: negli USA l’uso di Paxlovid è aumentato di oltre il 300%

Condividi:
Share

(Reuters) – L’uso di Paxlovid, il trattamento antivirale orale per COVID-19 di Pfizer, è aumentato del 315% nelle ultime quattro settimane. Lo ha dichiarato il Dipartimento della salute degli Stati Uniti. Un alto funzionario della Sanità ha precisato che quasi 115.000 cicli di pillole sono stati dispensati solop durante la prima settimana di maggio.

La Casa Bianca aveva dichiarato il mese scorso che mirava ad ampliare l’accesso ai trattamenti come Paxlovid, raddoppiando il numero dei centri in cui il farmaco è disponibile. “Nelle ultime settimane siamo passati da 20.000 siti a circa 35.000 e continueremo a lavorare per aumentarne numero”, ha detto il funzionario ai giornalisti.

A oggi sono stati somministrati 668.954 cicli completi di terapia.

Martedì 17 maggio i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno stimato che circa la metà delle infezioni della settimana precedente è stato causato dal sotto-lignaggio BA.2.12.1 della variante Omicron, in aumento a partire da metà aprile e già dominante lungo gran parte della costa orientale degli USA.

Sempre martedì la Food and Drug Administration ha autorizzato l’uso di una dose di richiamo del vaccino di Pfizer/BioNTech per i bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni, mentre tutti possono ricevere una terza dose se di età pari o superiore a 5 anni.

Fonte: Reuters
(Versione italiana Daily Health Industry)

 

Notizie correlate

Lascia un commento



SICS S.r.l. Via Boncompagni 16 - 00187 Roma
Partita IVA: 07639150965

Daily Health Industry © 2022