CEO, chi si fida di loro?

Condividi:
Share

I CEO in ambito farmaceutico sono tra i referenti di cui ci si fida di meno quando si tratta di salute. È quanto emerge da un report della società di consulenza Edelman, “2022 Edelman Trust Barometer Special Report: Trust in Health”, basato su un’indagine condotta su 10mila intervistati provenienti da dieci Paesi.

Solo il 46% degli intervistati ha detto di fidarsi degli amministratori delegati delle aziende farmaceutiche in merito a “dire la verità sui problemi in ambito sanitario e al modo migliore di proteggere la salute delle persone”.

Una percentuale pari a quella ottenuta dai leader di governo, ma superiore al 41%, che è la fiducia riposta nei giornalisti. La fonte di cui il paziente si fida di più è il medico di base, il 76%, con esperti sanitari e farmacisti rispettivamente al secondo e al terzo posto.

Il report di Edelman mostra, dunque, un importante problema di fiducia che l’industria farmaceutica deve affrontare. La pandemia, ha portato aziende e i suoi leader sotto i riflettori, ma con la maggiore visibilità che ne è derivata, il fatto che non siano ritenuti troppo affidabili sulle informazioni sanitarie spinge a fare qualche riflessione.

I servizi più affidabili, secondo gli intervistati, sono gli ospedali e le farmacie del territorio, entrambi al primo posto con il 76% delle scelte.

Secondo il report, infine, per avere fiducia, le aziende in ambito sanitario devono affrontare altri problemi che si riflettono sulla salute, come inquinamento e problemi ambientali quali i cambiamenti climatici, ma anche povertà e uguaglianza di reddito.

Notizie correlate

Lascia un commento



SICS S.r.l. Via Boncompagni 16 - 00187 Roma
Partita IVA: 07639150965

Daily Health Industry © 2022