Big deal 2022: Amgen acquisisce Horizon Therapeutics per 28 mld di dollari

Condividi:
Share

Alla fine l’ha spuntata Amgen, superando la concorrenza di Johnson & Johnson e Sanofi. La pharma USA, con un’offerta di circa 28 miliardi di dollari cash, acquisirà Horizon Therapeutics.

Inoltre, Amgen pagherà un premio di circa il 47,9% in più rispetto al prezzo di chiusura a 78,76 dollari per azione di Horizon del 29 novembre 2022. L’accordo dovrebbe chiudersi nella prima metà del 2023. Si tratta della più grande operazione di M&A nel settore biofarmaceutico nel 2022.

Con questa acquisizione, Amgen mette le mani su Tepezza, un farmaco per la cura dei disturbi oculari provocati da malattie della tiroide, su Krystexxa, terapia per la gotta cronica, e su Uplizna, un trattamento per l disturbi dello spettro della neuromielite ottica. Nel 2022 i tre farmaci di Horizon hanno complessivamente totalizzato vendite per 2 miliardi di dollari.

Nello specifico, dallo scorso anno a oggi, Tepezza ha fatto registrare un aumento delle vendite del 37%, fino al terzo trimestre del 2022; nello stesso arco temporale, quelle di Krystexxa sono cresciute del 27%, mentre Uplizna ha portato nelle casse di Horizon 113 milioni di dollari, con un incremento del 148% rispetto all’anno precedente.

Oltre ai farmaci  già approvati, il responsabile R&S di Amgen, David Reese, ha sottolineato le prospettive promettenti della pipeline di Horizon che comprende prodotti come dazodalibep, daxdilimab e il farmaco autoimmune HZN-1116.

“Amgen ha le dimensioni, le competenze e le risorse necessarie per far progredire rapidamente le molecole della pipeline di Horizon e per supportare la registrazione e la commercializzazione a livello globale”, conclude Reese.

 

Notizie correlate

Lascia un commento



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Daily Health Industry © 2023