Bayer punta forte su Kerendia e Nubeqa

Condividi:
Share

Bayer alza a 3 miliardi di euro ciascuno le previsioni di vendita per il farmaco cardiologico Kerendia e per il trattamento contro il cancro della prostata Nubeqa. Lo ha annunciato la stessa pharma tedesca in occasione della J.P. Morgan Healthcare Conference in corso a San Francisco.

Il miglioramento delle stime per Kerendia, approvato nel 2021 per la malattia renale cronica associata al diabete di tipo 2, è legato alle recenti evidenze che dimostrano come il farmaco possa apportare benefici in combinazione con i trattamenti per il diabete SGLT2 già consolidati.

Per quanto riguarda Nubeqa, approvato nel 2019, Bayer è convinta che il farmaco abbia la possibilità di diventare lo standard di cura per i pazienti affetti da cancro alla prostata, sia nelle fasi iniziali della malattia, sia in quelle più avanzate.

In risposta all’adeguamento delle stime, il titolo di Bayer è salito martedì 10 gennaio del 6,5%

Oltre che su Kerendia e Nubeqa, Bayer ripone grandi speranze in un farmaco che deve ancora essere approvato. Asundexian è attualmente in fase 3 di sperimentazione come inibitore di FXIa, per prevenire ictus, fibrillazione atriale e infarto. La pharma tedesca stima un potenziale di vendita di 5 miliardi di euro.

Un altro candidato interessante è elinzanetant, primo trattamento non ormonale per le vampate di calore che si manifestano nelle donne in menopausa.

“Gli importanti lanci di Nubeqa e Kerendia e il nostro interessante portafoglio di sviluppo in fase avanzata offrono un potenziale di crescita che può aumentare in modo significativo nei prossimi due anni”, ha dichiarato in un comunicato Stefan Oelrich, responsabile del settore farmaceutico di Bayer.

Notizie correlate

Lascia un commento



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Daily Health Industry © 2023