Zolgensma (Novartis) all’esame dell’ICER

5 Aprile, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

L’analisi dei prezzi effettuata dall’ Institute for Clinical and Economic Research (ICER) sulle nuove terapie per l’atrofia muscolare spinale non è stata un’impresa da poco.

Una delle terapie esaminate dall’ICER – Zolgensma  di Novartis – non è ancora stata approvata dalla FDA e non ha un prezzo. L’isitituto ha pertanto fatto una valutazione in via ipotetica.

ICER ha tenuto conto della valutazione iniziale della terapia, affermando che un prezzo di 900.000 dollari avrebbe ragion d’essere, ma in ogni caso non dovrebbe superare 1,5 milioni di dollari.

Si prevede che la FDA deciderà su Zolgensma nel mese di maggio, quando anche Novartis rivelerà i suoi piani tariffari.

Ma Dave Lennon, presidente di AveXis -la Unit di Novartis che ha messo a punto Zolgensma – ha già avuto molto da dire sull’argomento.

Lennon, il quale sostiene che le terapie geniche necessitino di un tipo completamente diverso di valutazione, ha suscitato scalpore l’anno scorso quando ha affermato che Zolgensma sarebbe stata costo-efficace ad un prezzo compreso tra i 4 e i 5 milioni di dollari.

Il manager ritiene che ICER dovrebbe adottare un approccio diverso per valutare trattamenti una tantum. “Quando stanno esaminando una malattia rara e la sua cura è destinata potenzialmente ad alcune centinaia di pazienti ogni anno, usare metodiche che sono tipicamente riservate ai farmaci standard è inappropriato”.

Novartis ha dichiarato all’inizio di marzo che sta esplorando modelli di rimborso innovativi per Zolgensma, compresi pagamenti suddivisi nel tempo e accordi di condivisione del rischio.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*