Von der Leyen: accordo con Pfizer/BioNtech per 50 milioni di dosi aggiuntive nel secondo semestre

Condividi:
Share

“La Commissione Ue ha raggiunto un accordo con Pfizer per accelerare l’approvvigionamento di vaccini, con 50 milioni di dosi aggiuntive consegnate nel secondo trimestre, a partire da aprile. Saranno distribuite sulla base della popolazione”. Ad annunciarlo è stata la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen.

Ma non solo la presidente ha specificato che “i vaccini mRna sono tecnologie che hanno dimostrato il loro valore e per questo stiamo negoziando con Pfizer-BioNTech un nuovo contratto da 1,8 miliardi di dosi nel biennio 2022-2023” aggiungendo che “potrebbero seguire altri contratti”.

La presidente ha poi fatto il punto rivelando che la “buona notizia è che le vaccinazioni accelerano, gli Stati membri «hanno ricevuto, a ieri, 126 milioni di dosi. Sono felice di annunciare che oggi abbiamo raggiunto i 100 milioni di vaccini somministrati, un traguardo di cui andare fieri. Di questi 100 milioni, più di un quarto sono seconde dosi”.

Vaccino AstraZeenca
Intanto EMA continua a monitorare i casi molto rari di trombi associati a bassi livelli di piastrine che si sono verificati dopo la vaccinazione con il siero di AstraZeneca
In considerazione di una richiesta del Commissario per la Salute e la Sicurezza Alimentare dell’UE, a seguito di una riunione dei ministri della sanità dell’UE, l’ente regolato sta avviando una revisione dei dati sulle vaccinazioni e dei dati sull’epidemiologia della malattia (compresi i tassi di infezione, ricoveri, morbidità e mortalità).
La revisione da parte del Comitato per i Medicinali per Uso Umano (CHMP) dell’EMA consentirà alle autorità di inquadrare i rischi del vaccino AstraZeneca nel contesto dei benefici delle campagne di vaccinazione in corso. Il Comitato valuterà anche se aggiornare le raccomandazioni relative alla seconda dose del vaccino per coloro che hanno già ricevuto la prima dose.

Notizie correlate

Lascia un commento