Usa, cresce la spesa sanitaria

15 febbraio, 2018 nessun commento


(Reuters Health) – Secondo gli U.S. Centers for Medicare and Medicaid Services (CMS), la spesa sanitaria USA è destinata a crescere del 5,3% nel 2018, a causa dell’aumento dei prezzi di beni e servizi e dei maggiori costi di Medicaid. Una tendenza all’aumento che caratterizzerà probabilmente il prossimo decennio. Tra i fattori trainanti dell’incremento della spesa sanitaria, l’invecchiamento della popolazione del cosiddetto baby-boom, che aumenterà il numero di iscrizioni a Medicare per anziani e disabili. Secondo i CMS, la spesa sanitaria aumenterà in media del 5,5% l’anno tra il 2017 e il 2026, arrivando a rappresentare il 19,7% dell’economia americana nel 2026. Così, nel 2026 si stima che la spesa sanitaria raggiungerà i 5,7 trilioni di dollari. In particolare, a crescere maggiormente saranno i farmaci sottoposti a prescrizione, con una media di +6,3% all’anno, a causa dell’aumento del prezzo dei medicinali e per l’incremento nell’utilizzo di specialità medicinali per malattie genetiche e cancro. Secondo le previsioni, inoltre, una quota leggermente più alta della popolazione americana non sarà assicurata nel 2026, con un tasso di assicurazioni che dovrebbe scendere all’89,3% dal 91,1% del 2016. Il motivo è l’indebolimento dell’Obamacare da parte dei repubblicani, messo in atto lo scorso anno nell’ambito della più ampia riforma fiscale. Non essendo riusciti, infatti, ad abrogare l’ACA, l’Affordable Care Act, i repubblicani hanno solo revocato il mandato individuale imposto dall’Obamacare – che richiedeva alla maggior parte degli americani di acquistare un’assicurazione sanitaria o pagare una multa – determinando un aumento dei premi.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*