Tumore del polmone: AstraZeneca cede candidato per 150 mln di dollari

10 ottobre, 2016 nessun commento


AstraZeneca ha concluso un altro accordo di licenza. Questa volta con la biotech Insmed e il suo candidato AZD7986. Un accordo da 150 milioni di dollari che prevede anche le royalties, se la molecola verrà approvata.AZD7986 è un inibitore orale di dipeptidil peptidasi I (DPP1), noto anche come catepsina C. DPP1, un enzima che catalizza l’inizio dei neutrofili serina proteasi (NSP), che svolgono un ruolo chiave nelle malattie polmonari come la fibrosi cistica non bronchiectasia (non-CF bronchiectasia).

La malattia colpisce 2 milioni di persone in tutto il mondo, con circa 110.000 casi stimati negli Stati Uniti. L’accordo stipulato precede anche la possibilità per AstraZeneca di negoziare un ulteriore partnership con Insmed per vendere AZD7986 nei casi di malattia polmonare ostruttiva cronica o asma.”Con questa operazione abbiamo aggiunto una terapia altamente complementare che si allinea perfettamente con la nostra esperienza consolidata in malattie polmonari rare”, ha detto Will Lewis, presidente e chief executive officer di Insmed. ” Prevediamo di concludere l’arruolamento dei pazienti nello studio di Fase III di Arikayce (farmaco sperimentale per infezioni polmonari) entro la fine dell’anno e di riferire i dati top line nel 2017. Ci aspettiamo che dopo l’approvazione, Arikayce e AZD7986 (ora detto INS1007) ci permetteranno di fornire un grande valore per i pazienti che vivono con malattia polmonare NTM e bronchiectasia”.Insmed ha una capitalizzazione di mercato di poco meno di 1 miliardo di dollari: ha recentemente concluso un accordo di debito di 55 milioni di dollari con Ercole Capital, oltre ai 30 milioni utilizzati per finanziare il pagamento anticipato a AstraZeneca.

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*