Trump twitta contro il NHS. E i britannici protestano

6 febbraio, 2018 nessun commento


(Reuters Health) – “I democratici stanno spingendo per avere un sistema sanitario universale mentre migliaia di persone nel Regno Unito stanno manifestando perché il loro sistema ‘universale’ non funziona. I democratici vogliono aumentare notevolmente le tasse per cure mediche cattive e non personalizzate. No, grazie!”. Con queste parole affidate a Twitter, il Presidente USA Donald Trump ha scatenato le proteste degli inglesi, e in particolare del Ministro della Salute britannico, Jeremy Hunt. Il dissenso è particolarmente acceso sui social network. Sabato scorso 60 mila britannici hanno manifestato in piazza per sollecitare il governo May a dare maggiori finanziamenti al servizio sanitario nazionale e a non smantellare un sistema di cui gli inglesi vanno orgogliosi. “Potrei non essere d’accordo con gli slogan della protesta, ma scommetto che nessuno dei manifestanti vorrebbe vivere in un sistema in cui 28 milioni di persone non hanno copertura – ha dichiarato Hunt -. Il Servizio Sanitario Nazionale inglese può avere dei problemi, ma sono orgoglioso di vivere nel paese che ha inventato la copertura universale, dove tutti hanno la possibilità di accedere alle cure, indipendentemente dal loro conto in banca”. A fare eco alle parole del ministro della Sanità è stata la stessa May, che ha dichiarato di essere orgogliosa del sistema, citando anche un sondaggio internazionale del Commonwealth Fund, secondo il quale proprio il servizio sanitario inglese è il migliore tra quelli di 11 paesi sviluppati. E anche il leader del partito laburista, Jeremy Corbyn, ha twittato sulle dichiarazioni di Trump, specificando che la marcia di protesta era stata fatta “perché amiamo il nostro servizio sanitario nazionale e non vogliamo ciò che i Tories stanno facendo per questo: l’assistenza sanitaria è un diritto umano”.Secondo la Banca Mondiale, la Gran Bretagna spende il 9,1% del suo PIL in assistenza sanitaria, rispetto al 17,1% degli Stati Uniti. Mentre l’aspettativa di vita media inglese è di 81,6 anni, quasi tre anni in più rispetto a quella americana.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*