Trial clinici, il nuovo ruolo dei pazienti

13 gennaio, 2017 nessun commento


Nel corso della JP Morgan Healthcare Conference di San Francisco, si è parlato del ruolo attivo dei pazienti nei trial clinici. Una tavola rotonda ha visto confrontarsi un manager farmaceutico, un rappresentante di uno studio legale e il cofondatore di un sito statunitense dedicato ai pazienti. Obiettivo dell’incontro era quello di individuare quale contributo possono dare i pazienti nella messa a punto dei farmaci, attraverso la compliance e la “rete” tra i pazienti stessi. Il primo passo, secondo i protagonisti del dibattito, è quello di attribuire ai pazienti un ruolo attivo nella delivery dei risultati degli studi clinici. Anche se il concetto di rendere una sperimentazione clinica paziente-centrica, coinvolgendo direttamente il malato nel disegno dello studio e nell’esecuzione, è abbastanza recente, le aziende farmaceutiche sono già pronte a lavorare in questo senso. Oggi le direzioni mediche delle aziende farmaceutiche sanno comprendere meglio i dati forniti dai pazienti. “È più di una partnership rispetto alla comunicazione a senso unico usata finora – ha osservato Heather Gartman, responsabile del reclutamento dei pazienti nei trials clinici per il global provider InVentiv Health – Non è una novità che le industrie farmaceutiche si rivolgano ai pazienti, ma oggi lo fanno in modo più attento a ogni singolo aspetto dell’interlocuzione”.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*