Teva, tra i possibili tagli anche il top manager Michael Hayden

27 novembre, 2017 nessun commento


(Reuters Health) – Secondo quanto anticipato da un quotidiano israeliano, Teva ridurrà del 20-25% il personale in Israele, composto da 6.860 dipendenti. E più di un migliaio di addetti sono a rischio negli Stati Uniti. Il nuovo CEO di Teva, Kare Schultz, sta lavorando ai dettagli con la direzioni regionali in Israele e negli Stati Uniti. Tra le professionalità tagliate anche quella di Michael Hayden, presidente R&S dell’azienda. Teva non ha commentato queste anticipazioni. La pharma israeliana ha circa 35 miliardi di dollari di debito sulle spalle, generati dall’acquisizione per 40,5 miliardi di dollari di Actavis, BU generici di Allergan, realizzata nel 2016.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*