Teva torna a casa: collaborazioni con centri e accademie israeliani

28 Novembre, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

Teva Pharmaceutical ha avviato alcune collaborazioni di ricerca con istituzioni israeliane. La casa farmaceutica sosterrà i trial condotti su anticorpi anti-cancro dal Weizmann Institute of Science e collaborerà con l’Università di Tel Aviv relativamente a studi sul cervello e in ambito oncologico.

La società di ricerca e sviluppo Yeda, braccio commerciale dell’Istituto Weizmann, ha negoziato l’accordo con Teva, che assicurerà il supporto finanziario. Guidato da Rony Dahan, un gruppo dell’Istituto Weizmann lavorerà con Teva sull’applicazione della biologia computazionale e dell’analisi a singola cellula nell’ambito della ricerca sul cancro.

Teva ha annunciato questa partnership nello stesso giorno in cui ha rivelato anche i dettagli dell’accordo che ha stipulato con l’Università di Tel Aviv.

La collaborazione vedrà Teva e il suo partner accademico utilizzare modelli per testare l’efficacia delle immunoterapie e per comprendere meglio i disturbi neurologici.

Gli accordi con l’Istituto Weizmann e l’Università di Tel Aviv costituiscono un passo avanti nelle attività di collaborazione di Teva.

Sotto la guida di Kåre Schultz, la pharma israeliana ha in programma di avviare nei prossimi mesi una “lunga catena” di partenariati con organizzazioni accademiche in Israele perché è convinta che sfruttare le risorse del suo paese d’origine favorirà il business del biofarmaco.

“La decisione di rafforzare la collaborazione con il mondo accademico israeliano è dovuta alla straordinaria conoscenza e innovazione che caratterizzano queste istituzioni e i suoi ricercatori che sono tra i più talentuosi al mondo”, dice Hafrun Fridriksdottir, vicepresidente esecutivo di Teva per la ricerca e lo sviluppo globale.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*