Terapie CAR-T: per il NICE possono superare i 600 mila dollari a trattamento

20 marzo, 2017 nessun commento


Un prezzo di 649 mila dollari sarebbe giustificabile per il trattamento dei giovani pazienti affetti da leucemia linfoblastica acuta. È il calcolo che ha fatto il NICE. Si tratta del ‘limite superiore’ per il costo della terapia che sta sviluppando Kite Pharma, ma questo non vuol dire che Kite, Novartis e le altre aziende farmaceutiche che stanno sviluppando trattamenti di questo tipo faranno pagare questa cifra quando le terapie arriveranno sul mercato. Il rapporto arriva poco dopo che Kite Pharma ha dichiarato che il suo candidato sarebbe efficace per sei mesi nei pazienti con linfoma non-Hodgkin aggressivo. L’azienda biotech ha avviato la procedura di approvazione e spera di completarla per la fine di questo trimestre. Un portavoce di Novartis ha invece dichiarato che “è troppo presto per fare commenti sui prezzi”. L’azienda svizzera sta per presentare alla FDA il dossier per l’autorizzazione al trattamento della leucemia linfoblastica acuta a cellule B con recidive/refrattaria nei bambini e nei ragazzi. Mentre entro la fine dell’anno è attesa la richiesta per l’indicazione negli adulti con linfoma diffuso a grandi cellule B. In Europa, invece, Novartis dovrebbe presentare richiesta di autorizzazione per entrambe le indicazioni a fine 2017. Il rapporto però suggerisce che le aziende che stanno mettendo a punto le terapie CAR-T potrebbero fissare un prezzo maggiore del previsto. Axi-Cell di Kite Pharma potrebbe costare negli USA fino a 300 mila dollari, contro i 200 mila stabiliti in precedenza. In Europa, invece, è prevista una media di 204 mila dollari, rispetto alla precedente stima di 12 5mila. Ma secondo gli analisti di Jefferies, la valutazione fatta dall’istituto inglese avrebbe delle limitazioni. Prima fra tutte il fatto che sono stati considerati solo bambini e ragazzi, mentre se fossero stati analizzati anche gli anziani, il prezzo sarebbe stato più basso. Un prezzo di 649 mila dollari non sarebbe comunque senza precedenti. Biogen ha recentemente lanciato una terapia per l’atrofia muscolare, Spinraza, al costo di 750 mila dollari per il primo anno.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*