Takeda, in forte aumento le vendite di Ninlaro ed Entyvio

Condividi:
Share

(Reuters Health) – Takeda nel terzo trimestre 2018 ha registrato un aumento del 27,9% nel profitto operativo, sostenuto da forti vendite di farmaci per malattie intestinali e mieloma multiplo. (L’anno fiscale in Giappone termina a marzo, ndr.)

Il profitto della società ha raggiunto i 112,5 miliardi di yen (1,03 miliardi di dollari) in ottobre-dicembre.

Takeda ha inoltre mantenuto le previsioni sull’utile operativo per l’intero anno a 268,9 miliardi di yen, rispetto alla media di 240,7 miliardi di yen stimati da 10 analisti su Refinitiv.

Le vendite di Entyvio hanno raggiunto i 201 miliardi di yen, con un aumento del 34,4% rispetto all’anno precedente: quelle di Ninlaro, che tratta il mieloma multiplo, sono aumentate del 34,5%

Il colosso giapponese a gennaio ha completato un accordo da 59 miliardi di dollari per l’acquisizione di Shire, diventando così uno dei 10 maggiori produttori di farmaci al mondo per vendite.

Procedendo con un piano di vendita fino a 10 miliardi di dollari in attività non strategiche per ridurre il debito, Takeda mira a concentrarsi su cinque aree chiave: oncologia, gastroenterologia, neuroscienze, malattie rare e terapie derivate dal plasma.

La società sta inoltre prendendo in considerazione i vaccini come potenziale core business e ha comunicato i dati positivi di fase III del suo vaccino sperimentale contro la Dengue.

Takeda ha anche annunciato che venderà una serie di asset, incluso il quartier generale a Osaka, cercando di realizzare complessivamente 38 miliardi di yen in ricavi entro marzo.

 

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Notizie correlate

Lascia un commento