Takeda: accordo con Prometheus per farmaci anti IBD

Takeda: accordo con Prometheus per farmaci anti IBD
Condividi:
Share

Takeda ha siglato un accordo con Prometheus Biosciences per lo sviluppo e l’eventuale commercializzazione di tre farmaci contro le malattie infiammatorie intestinali. L’accordo affida a Prometheus l’identificazione dei tre medicinali in cambio di 420 milioni di dollari al raggiungimento di obiettivi chiave.

Prometheus, nota in precedenza come Precision IBD, ha raccolto campioni da circa 20mila pazienti con IBD, oltre a dati clinici e di ricerca collegati. Utilizzando questa risorsa, Prometheus identifica sottogruppi di pazienti con IBD e sviluppa farmaci in grado di influenzare i percorsi patologici più importanti.

La biotech svilupperà i candidati e commercializzerà la diagnostica a essi legata. Takeda, invece, gestirà tutto lo sviluppo e la commercializzazione dei nuovi farmaci.

La collaborazione apre un altro fronte nel campo della IBD per Takeda che ha ottenuto l’ok della FDA alla terapia anti-α4β7-integrina Entyvio nella colite ulcerosa e nella Malattia di Crohn nel 2014 e poi ha finanziato con 50 milioni di dollari Enterome per co-sviluppare EB8018, il farmaco antagonista FimH che è nelle fasi precoci di sperimentazione contro la Malattia di Crohn.

Taggato con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*