Sanofi

Ad appena un giorno dalle indiscrezioni relative a un accordo tra Sanofi e Advent International per la Business Unit Zentiva, arrivano le conferme ufficiali dalle due società, che hanno dichiarato di essere in trattativa esclusiva. Le parti sperano di concludere

Sanofi sarebbe vicina a un accordo con la società di private equity Advent International  per la cessione di Zentiva, la business unit europea dei farmaci generici. Costo dell’operazione: circa 2 miliardi di Euro. La parola ora passa al consiglio di amministrazione di

Diabete di tipo I, asma moderata e grave e carcinoma cutaneo: queste le aree terapeutiche che presto potrebbero beneficiare di nuove armi farmacologiche, rispettivamente sotagliflozin, dupilumab e cemiplimab. I dossier di tre molecole, firmate Sanofi, sono ora sotto lo scrutinio dell’Agenzia Europea

Un nuovo dipartimento che unisce Public Affairs e Market Access, con la nascita di figure specializzate che integrano diverse professionalità come il “public affairs lead”, il “regional affairs manager” o il “value access lead”. Così Sanofi interpreta l’evoluzione del Market

(Reuters Health) – Il farmaco per il trattamento dell’ipercolesterolemia Praluent, prodotto da Regeneron e Sanofi, è efficace anche nel ridurre significativamente i principali eventi avversi cardiaci e  i decessi tra i pazienti ad alto rischio. A evidenziarlo sono gli ultimi

Sanofi ha riportato negli Stati Uniti un calo del 29,5% delle vendite dei prodotti contro il diabete nel quarto trimestre e del 22,8% su scala annuale, attestandosi rispettivamente a 730 milioni di euro (897 milioni di dollari) e 3,12 miliardi

Dopo aver effettuato due acquisti considerevoli nel mese di gennaio (Bioverativ e Ablynx), Sanofi starebbe cercando di concretizzare la vendita del business europeo dei generici. La short list delle pretendenti comprende aziende brasiliane e indiane. La concorrenza, secondo alcuni osservatori,

(Reuters Health) – Sanofi acquista la biotech belga Ablynx per 3,9 miliardi di euro, battendo sul filo di lana Novo Nordisk, la cui offerta si era fermata a 2,6 miliardi di Euro. Il primo mese del 2018 si chiude, per

Per 11,6 miliardi di dollari Sanofi ha acquistato Bioverativ, spin off di Biogen specializzata in trattamenti contro l’emofilia. È l’acquisizione più consistente della pharma francese dopo quella di Genzyme nel 2011. Sanofi aveva già tentato di acquisire Medivation, operazione poi riuscita a Pfizer

Da lunedì 15 gennaio è disponibile anche in Italia Insulin lispro Sanofi, il biosimilare di insulina lispro 100 unità/mL (Humalog). Insulin lispro Sanofi è autorizzato in fascia A come trattamento di adulti e bambini con diabete mellito che richiedono insulina

Sanofi vuole lasciare il business europeo dei generici. E, secondo il The Economic Times, le pharma indiane Aurobindo, Zydus Cadila, Torrent Pharma e Intas si sarebbero fatte sotto . Anche un produttore di farmaci cinese e una società di private

(Reuters Health) – Sanofi e Regeneron hanno annunciato di aver stanziato un ulteriore miliardo di dollari nello sviluppo di cemiplimab, un anticorpo candidato all’uso in un’ampia gamma di tumori. Contestualmente le due società accelereranno anche sull’allargamento delle indicazioni di dupilumab

Dopo i risultati positivi di midstage dello studio sul carcinoma a cellule squamose della pelle, Sanofi e Regeneron annunciano che Cemiplimab sarà presto testato nel papillomavirus in combo con un candidato vaccino messo a punto dalla biotech olandese ISA Pharma.

Per Sanofi e Regeneron nuovi dati positivi di midstage relativi a Cemiplimab, inibitore di checkpoint contro un tipo di cancro della pelle. I dati derivano da uno studio su 82 pazienti affetti da carcinoma avanzato a cellule squamose cutanee (CSCC).

Con l’ok della FDA per il farmaco similare del vendutissimo Humalog di Eli Lilly, Sanofi fa un passo avanti nella sfida per il mercato dei farmaci antidiabetici. Admelog è la prima copia di insulina prandiale che ottiene l’approvazione della FDA.

Il vaccino purificato e inattivato contro il virus Zika (ZPIV) di Sanofi, in balia della crescente pressione politica sui prezzi, ha mostrato risultati promettenti in tre studi di fase 1, suscitando risposte anticorpali efficaci in quasi tutti i soggetti vaccinati.