Roche

(Reuters Health) – Un periodo felice per Roche, dopo i buoni risultati clinici di Tecentriq e l’approvazione, da parte di FDA, di Hemlibra (emofilia A). Le azioni di Roche sono aumentate del 5,6%, aggiungendo circa 11 miliardi di dollari alla

(Reuters Health) – La FDA dà il via libera a Hemlibra, il nuovo farmaco di Roche contro l’emofilia A. Roche, però, dovrà apporre sulla confezione un’avvertenza relativa al rischio di trombosi. La somministrazione per via iniettiva una volta alla settimana è

(Reuters Health) – Roche ha ottenuto l’approvazione dalll’FDA per commercializzare il suo farmaco per il tumore della pelle Zelboraf (vemurafenib) per alcuni pazienti con malattia di Erdheim-Chester, un raro tipo di tumore del sangue, e per Alecensa (alectinib) come trattamento

(Reuters Health) – Bayer sta pensando a un’azione legale e Novartis ha espresso preoccupazione. Motivo di tale agitazione è la decisione di un gruppo di medici inglesi di usare off label l’antitumorale Avastin, di Roche, per il trattamento della degenerazione maculare

(Reuters Health) – Per il NICE Tecentriq è cost-effective nei pazienti con tumore della vescica non ancora trattato e che non possono essere sottoposti a chemioterapia a base di cisplatino. Nel mese di agosto, il National Institute for Health and

Chiude in positivo il bilancio del terzo trimestre dell’anno per Roche con un +6%, in particolare grazie alla perfomance di vendita dei nuovi prodotti come Ocrevus, per il trattamento per la sclerosi multipla e di Perjeta, Actemra e Xolair che

(Reuters Health) –  Alecensa (Roche) ha ottenuto alla fine della scorsa settimana la raccomandazione dal CHMP dell’EMA per l’approvazione in Europa come trattamento di prima linea contro il cancro polmonare mutato,  Alecensa è uno dei nuovi farmaci sui quali l’azienda svizzera sta

La big pharma svizzera Novartis torna sui propri passi e annuncia di non voler cedere a Roche la sua partecipazione (33,3%). Un ‘no’ che ha un valore di 14 miliardi di dollari e che conta un terzo dei diritti di

La Commissione europea (CE) ha approvato tocilizumab di Roche per il trattamento dell’arterite a cellule giganti (ACG), una malattia autoimmune cronica potenzialmente letale. Tocilizumab rappresenta la prima terapia approvata per il trattamento dell’ACG in Europa. “Siamo entusiasti che tocilizumab sia

(Reuters Health) – Buone notizie per Roche dallo studio di fase III relativo alla combo rituximab-venetoclax nel trattamento delle patologie oncoematologiche. I due farmaci in combinazione hanno fatto registrare un prolungamento delle sopravvivenza senza peggiormaneto della malattie nei pazienti affetti

(Reuters Health) – La minaccia della concorrenza dei biosimilari ai suoi farmaci oncologici più venduti sta diventando sempre più una realtà da contrastare per Roche, il più grande produttore mondiale di farmaci contro il cancro. Alla fine della scorsa settimana

Roche ha annunciato i risultati di uno studio di sei mesi condotto con pirfenidone in combinazione con nintedanib per la terapia della Fibrosi Polmonare Idiopatica (IPF). I dati registrati – presentati al congresso dell’ERS (European Respiratory Society) che si è

Nel corso del Presidential Symposium dell’ESMO Roche ha presentato i risultati dello studio di fase III BRIMB. Il trial è stato disegnato per esaminare l’efficacia e la sicurezza della terapia personalizzata con vemurafenib, nel trattamento adiuvante dei pazienti con melanoma

  (Reuters Health) – Un nuovo test ematico – messo a punto da Roche e Foundation Medicine –  ha dimostrato affidabilità nel riuscire a calcolare accuratamente il numero di mutazioni in un tumore. Si candida così a diventare un device

La FDA ha accettato la Biologics License Application (BLA) di Roche e ha accordato la Priority Review (Revisione Prioritaria) per il trattamento in profilassi con emicizumab, in formulazione sottocutanea somministrato una volta a settimana ad adulti, adolescenti e bambini affetti

(Reuters Health) – I pazienti in trattamento con Alecensa (alectinib), il farmaco di Roche contro il tumore del polmone, avrebbero un rischio inferiore di andare incontro a metastasi a livello del cervello rispetto a chi assume crizotinib, che non riesce