Roche

(Reuters Health) – È il Giappone il primo paese ad approvare Rozlytrek, la terapia antitumorale di Roche destinata ai pazienti che hanno tumori solidi caratterizzati dall’anomalia nota come fusione NTRK. La notizia dell’ok è arrivata ieri. I pazienti, per essere

Illuminare la sclerosi multipla (Sm) attraverso approcci innovativi è l’obiettivo della campagna #NuovaLuceSullaSM, promossa da Roche e presentata martedì 18 giugno a Milano. A fare da cornice alla serata Heed, un’istallazione audiovisiva interattiva ideata e realizzata da Studio Antimateria. Un

Thomas Schinecker, attuale responsabile globale dell’unità Roche Diagnostics assumerà il ruolo di CEO della divisione dal prossimo 1 agosto. Schinecker prenderà il posto di Michael Heuer, prossimo alla pensione, che ha ricoperto il ruolo ad interim dallo scorso settembre, quando

(Reuters Health) – È arrivato prima del previsto l’ok della FDA americana alla commercializzazione di Polivy, un anticorpo coniugato messo a punto da Roche nel trattamento dei pazienti adulti con linfoma diffuso a grandi cellule B (DLBCL) in fase avanzata

Una singola dose di Xofluza è più efficace del placebo nel prevenire l’insorgenza dei sintomi tra i pazienti esposti a un familiare con l’influenza. È questo il principale risultato di uno studio di fase III pubblicato questa settimana. Nello specifico,

(Reuters Health) – La combo composta dall’anticorpo monoclonale bevacizumab (Avastin) e dall’immunoterapia anti PD-L1 atezolizumab (Tecentriq), entrambi prodotti da Roche, potrebbe essere più efficace di sunitinib in alcuni pazienti con carcinoma a cellule renali (RCC) avanzato, mai trattati prima. È

La FDA ha esteso l’uso di alcuni test diagnostici in vitro e ne ha approvati altri per la determinazione delle infezioni sessualmente trasmesse (IST). Tra gli esami che hanno avuto l’ok dell’ente regolatorio ci sono i primi due per rilevare

Cambio di direzione del National Institute for Health and Care Excellence (NICE) inglese su Ocrevus, il farmaco per il trattamento dello sclerosi multipla primaria progressiva di Roche. Grazie a uno sconto offerto dall’azienda svizzera, l’ente che si occupa di valutare

Ancora uno slittamento per il closing dell’acquisizione di Spark Therapeutics da parte di Roche. La revisione della Federal Trade Commission sta prendendo più tempo del previsto, Per consentire all’agenzia antitrust degli Stati Uniti di lavorare in tranquillità, Roche ha deciso

(Reuters Health) – Con un aumento delle vendite nel primo trimestre dell’anno dell’8%, Roche alza le stime per tutto il 2019. A renderlo noto è stata ieri la stessa azienda svizzera, sottolineando che prevede di mantenere una crescita intorno al

(Reuters Health) – L’offerta di 4,3 miliardi di dollari di Roche per acquisire Spark Therapeutics resterà valida fino al 2 maggio prossimo e “tutti i termini e le condizioni resteranno invariati nel periodo prolungato”. A dichiararlo è stata la stessa

La lotta contro il cancro ha un’arma in più, ma per ottenere i risultati auspicati bisogna gestire bene questa fase ibrida. Grazie all’innovazione tecnologica e diagnostica, è infatti possibile sganciarsi dal modello istologico in oncologia, basato sulla valutazione della terapia

La Commissione europea ha approvato emicizumab per la profilassi degli episodi di sanguinamento in adulti e bambini affetti da emofilia A severa (carenza congenita del fattore VIII, FVIII < 1%) senza inibitori del fattore VIII. Ora emicizumab può inoltre essere

La combinazione Cyramza, di Eli Lilly, e Tarceva, di Roche, sarebbe più efficace di Tarceva e placebo nel ritardare la progressione del tumore del polmone con EGFR mutato, nei pazienti mai trattati prima. È quanto ha evidenziato uno studio di

(Reuters Health) – Via libera della FDA a Tecentriq di Roche per la cura del carcinoma mammario triplo negativo, in combinazione con il chemioterapico Abraxane. L’indicazione clinica è per il trattamento del carcinoma mammario triplo negativo inoperabile, localmente avanzato o

(Reuters Health) – Roche è in procinto di acquisire Spark Therapeutics per 4,3 miliardi di dollari. Un acquisto destinato a rafforzare  ulteriormente il portfolio della pharma di Basilea nel settore dell’emofilia a mantenere un ruolo di prestigio nell’offerta di terapie