Chiesi: ok Aifa a tripla combo BPCO

Via libera dell’AIFA alla tripla associazione fissa ‘ICS/LABA/LAMA di Chiesi, che mette insieme in un unico spray tre principi attivi: uno steroide inalatorioe due broncodilatatori. Lo steroide inalatorio interviene sul processo infiammatorio che aumenta il rischio di infezioni e di riacutizzazioni, responsabili della progressione della malattia e del peggioramento della qualità di vita. I broncodilatatori, invece, agiscono sull’ostruzione delle piccole…

Leggi

Nuova vita per Curosourf (Chiesi)?

Mimando la produzione della tela del ragno, alcuni scienziati del Karolinska Institutet hanno proposto un nuovo metodo di produzione del farmaco usato nei neonati pretermine per il trattamento della sindrome da distress respiratorio neonatale. Secondo i ricercatori svedesi, guidati da Jan Johansson del Dipartimento di Neurobiologia, il nuovo metodo sarebbe più sicuro e meno costoso. Il medicinale, un tensioattivo, è stato…

Leggi

Il caso Glybera può insegnare qualcosa?

La storia della prima terapia genica al mondo può insegnare alla farmaceutica una lezione importante: c’è un tetto ai prezzi dei farmaci, anche per le cure definitive, a meno che e fino a quando il pharma e i payer non troveranno nuovi modelli di pagamento. Glybera, il trattamento per una malattia estremamente rara chiamata deficit di lipoproteina lipasi, approvato nel…

Leggi

Chiesi, colpo da 800 milioni di dollari negli Usa

E’ di circa 800 milioni di dollari la somma che Chiesi Farmaceutici verserà alla Medicines Co per alcuni farmaci cardiovascolari. L’accordo tra l’azienda italiana e quella americana permetterebbe a Chiesi di vendere Cleviprex  e Kengreal e di acquisire i diritti di Argatroban. Secondo Reuters, la big pharma americana avrebbe deciso di vendere i suoi prodotti già approvati ma ritenuti non strategici per finanziare…

Leggi

Chiesi Farmaceutici a caccia di farmaci biologici in area respiratorio. Sale il fatturato del 9,4%

E’ andato in archivio con un fatturato di 1,4 miliardi di euro, in crescita del 9,4% sull’anno precedente, e un margine operativo lordo di 407 milioni di euro, in crescita del 9% sul 2014, l’esercizio 2015 di Chiesi Farmaceutici, gruppo multinazionale farmaceutico con sede a Parma.   Gli investimenti in ricerca e sviluppo, spiega una nota dell’azienda che ha superato gli…

Leggi