Sanofi, al via l’edizione 2020 del Premio Letterario Zanibelli

Sanofi, al via l’edizione 2020 del Premio Letterario Zanibelli
Condividi:
Share

Al via l’edizione 2020 del Premio Letterario Zanibelli di Sanofi, che dal 2013 attribuisce un riconoscimento alle storie dei pazienti e di chi se ne prende cura, valorizzando la narrazione come strumento sociale e terapeutico. Proprio per interpretare questa sua vocazione a la condivisione come stimolo alla prevenzione, quest’anno cambia la sua denominazione in Premio Letterario “Angelo Zanibelli – La parola che cura”.

 “Da molti anni il Premio interpreta appieno la nostra volontà di ascoltare e dare voce all’esperienza personale che si nasconde dietro a ogni percorso di cura, ascolto ancora più importante in un momento come quello attuale. Attraverso la narrazione e la condivisione questo diventa un grande valore per la collettività e occasione di crescita sociale”, dice Fulvia Filippini, Country Market Access & Public Affairs Head.

Un’altra importante novità della nuova edizione del Premio è rappresentata dalla riorganizzazione della categoria “Opere edite”. Il Premio prevederà tre vincitori ex equo per dare visibilità a un numero maggiore di tematiche ed esperienze. In questa categoria potranno competere opere di narrativa e saggistica pubblicate nel corso del 2019. Il termine per le candidature è il 20 giugno 2020

Per quanto concerne la categoria “Inediti” è confermata la collaborazione con Rizzoli editore che pubblicherà l’opera vincitrice tra quelle che si iscriveranno entro il 5 settembre 2020.

A valutare le opere, sia edite che inedite, sarà una giuria presieduta da Gianni Letta e formata da personalità del giornalismo, dell’imprenditoria, della medicina, della politica e della cultura del nostro Paese. La composizione definitiva sarà ufficializzata entro il 31 maggio.

“Sono orgoglioso di guidare la Giuria del Premio sin dalla sua prima edizione e sono davvero felice di come, anno dopo anno, esso abbia saputo arricchirsi di novità e crescere in autorevolezza e riconoscibilità”, osserva Gianni Letta, Presidente di Giuria.

Quest’anno il Premio si arricchisce inoltre di un nuovo riconoscimento dedicato alle associazioni dei pazienti che con il loro impegno quotidiano danno voce ai bisogni e alle istanze delle persone con patologia. Il premio “La parola che cura” sarà destinato all’associazione che avrà realizzato la miglior attività di comunicazione, divulgazione e conoscenza sulla propria patologia di riferimento. Il termine per le candidature è il 30 giugno 2020.

In occasione della cerimonia di premiazione che è prevista entro la fine di novembre presso l’Ambasciata di Francia a Roma, verranno consegnati altri due premi speciali.

Verrà infatti designato e premiato “Il Personaggio dell’anno in ambito sanitario”, dedicato a chi avrà contribuito con la propria attività ad una migliore comprensione delle dinamiche in ambito sanitario o clinico.

Infine, verrà consegnato a quattro giovani neolaureati in ingegneria o informatica il premio “Il valore della digitalizzazione” che consiste nella collaborazione a progetti di evoluzione digitale nei quattro siti industriali di Sanofi in Italia. Il termine per presentare il dossier di candidatura è il 30 settembre 2020

 Il bando del Premio, tutti i dettagli e i termini per la partecipazione sono disponibili su www.sanofi.it.

Taggato con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*