Roche, mese d’oro con Tecentriq e Hemlibra

21 novembre, 2017 nessun commento


(Reuters Health) – Un periodo felice per Roche, dopo i buoni risultati clinici di Tecentriq e l’approvazione, da parte di FDA, di Hemlibra (emofilia A). Le azioni di Roche sono aumentate del 5,6%, aggiungendo circa 11 miliardi di dollari alla capitalizzazione di mercato e portando la pharma al primo posto nella classifica del mercato svizzero. I farmaci contro il carcinoma polmonare rappresentano di gran lunga il mercato oncologico più vasto. Per questo motivo IMpower 150, trial di Roche relativo alla combinazione di Tecentriq, Avastin e farmaci chemioterapici è stato svolto con il massimo coinvoglimento, allo scopo di superare i rivali nel settore dell’immunoterapia oncologica. Roche ha affermato che il cocktail farmacologico contro il carcinoma polmonare avanzato non a piccole cellule non squamoso (NSCLC): “ha determinato una riduzione statisticamente e clinicamente significativa” del rischio di peggioramento della malattia o di morte rispetto al trattamento con il solo Avastin più chemioterapia. Roche, che presenterà i dati a dicembre in una conferenza a Ginevra, ha aggiunto che le osservazioni iniziali dell’impatto della combinazione Tecentriq sulla sopravvivenza globale sono state “incoraggianti” e saranno riportate nella prima metà del 2018. In uno studio separato, Hemlibra ha ridotto il rischio di sanguinamento nei pazienti che non avevano sviluppato resistenza alla terapia standard rispetto a quelli che non avevano ricevuto in precedenza alcun trattamento. Questo risultato di Hemlibra arriva dopo la sua approvazione della scorsa settimana negli Stati Uniti per il trattamento di pazienti con resistenza ai fattori della coagulazione. Roche ha detto che ora lavorerà con i regolatori dei farmaci per estendere il trattamento a tutti i malati di emofilia. Tecentriq e Hemlibra insieme a Ocrevus, farmaco contro la sclerosi multipla, sono i pilastri del piano strategico di Severin Schwan, CEO di Roche, per compensare il calo delle vendite di farmaci più vecchi.

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*