Roche e Novartis, competizione in Europa a colpi di approvazioni

Condividi:
Share

(Reuters) – Roche e Novartis hanno ottenuto oggi l’approvazione europea per farmaci destinati allo stesso impiego terapeutico. E’ un segnale che le due società rivali con sede a Basilea competono sempre di più per la stessa platea di pazienti.

Evrysdi di Roche, già approvato negli Stati Uniti, ha ottenuto l’ok della Commissione europea per essere impiegato contro l’atrofia muscolare spinale (SMA), malattia per la quale Zolgensma, la terapia genica di Novartis da 2,1 milioni di dollari per paziente, è diventata il trattamento di scelta per i bambini affetti da questa patologia.

Anche Kesimpta di Novartis, dopo l’approvazione negli Stati Uniti, ha avuto via libera dai regolatori europei per la cura della sclerosi multipla e Novartis spera di ‘catturare’ i pazienti che assumono Ocrevus, farmaco di Roche che incassa 4 miliardi di dollari.

I due farmaci funzionano in modo simile, anche se Kesimpta di Novartis si somministra una sola volta in modo rapido mentre Ocrevus deve essere infuso per via endovenosa.

Che i farmaci delle aziende si sovrappongano non è un caso: Roche da diversi anni si sta espandendo oltre i trattamenti oncologici che sono stati per anni la sua colonna portante, mentre Novartis, sotto la guida del CEO Vas Narasimhan, ha venduto l’unità di farmaci da banco per concentrarsi su trattamenti speciali da prescrizione che vende a prezzi più alti.

Sia per Evrysdi che per Kesimpta sono stimati ricavi di oltre 1 miliardo di dollari all’anno. Evrysdi è stato approvato per il trattamento della SMA in pazienti di età pari o superiore a due mesi con diagnosi clinica di SMA di tipo 1, tipo 2 o tipo 3.

Evrysdi e Zolgensma di Novartis stanno già riducendo le vendite del farmaco concorrente Spinraza di Biogen che sono diminuite di oltre un terzo negli Stati Uniti nell’ultimo trimestre del 2020.

 

Fonte: Reuters Health News

(Versione italiana Daily Health Industry)

Notizie correlate

Lascia un commento