Rgenix su due candidati antitumorali

11 ottobre, 2018 nessun commento


La biotech newyorkese Rgenix ha raccolto 40 milioni di dollari in finanziamenti di serie C per effettuare prove iniziali e intermedie su una coppia di farmaci antitumorali: un’immunoterapico contro tumori solidi e un inibitore del metabolismo tumorale contro tumori gastrointestinali.

RGX-104, immunoterapico e candidato principale di Rgenix, è progettato per colpire il percorso LXR / APOE che regola la risposta immunitaria insita nei tumori. Rgenix lo sta sviluppando sia per un impiego da solo che in combinazione con trattamenti già approvati, compresi gli inibitori di checkpoint. Ha ottenuto il farmaco in licenza da GlaxoSmithKline che lo aveva accantonato a causa degli effetti collaterali osservati negli studi preclinici. Il secondo farmaco, RGX-202, è stato invece sviluppato internamente e ha come target SLC6a8, un trasportatore di creatina sovraespresso in diversi tipi di tumori.

La società svilupperà ora una fase 1b / 2 di prova per RGX-104, e, entro la fine dell’anno, inizierà una fase 1 di prova per RGX-202. I dati ottenuti in pazienti con tumori avanzati trattati con alte dosi durante uno studio di fase 1a su RGX-104, hanno mostrato attività immunostimolante e antitumorale. Rgenix sta arruolando pazienti per la fase 1b e testerà il farmaco in associazione con Opdivo (BMS)

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*