Premio GGI Merck: c’è anche una ricercatrice italiana

2 ottobre, 2018 nessun commento


Merck ha annunciato i vincitori del Grant for Growth Innovation (GGI) 2018 in occasione di una cerimonia organizzata nell’ambito del 57° Congresso Annuale ESPE – European Society of Paediatric Endocrinology – svoltosi ad Atene dal 27 al 29 settembre.

Tra i vincitori della 5a edizione del GGI, premio globale promosso da Merck, una ricercatrice italiana, Maria Elisabeth Street, Responsabile SS Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica – AUSL di Reggio Emilia – Arcispedale S. Maria Nuova, grazie al progetto “MicroRNAs as a new tool to predict growth response to growth hormone treatment”. Premiato inoltre Taneli Raivio dell’Università di Helsinki con il progetto “Modelling the mechanisms of pituitary hormone deficiency”.

Il GGI testimonia l’impegno di Merck nel sostenere i ricercatori più meritevoli impegnati in progetti innovativi nell’area dei disturbi della crescita, con l’obiettivo di creare una piattaforma che renda possibile l’innovazione in questo ambito clinico.  Cinque sono i criteri di valutazione a cui sono stati sottoposti tutti i progetti candidati, esaminati da un Comitato di Direzione Scientifico composto da endocrinologi e ricercatori di fama internazionale: innovazione, razionale scientifico; chiarezza; fattibilità; impatto della ricerca.

“L’assegnazione del premio ad una ricercatrice italiana ci rende molto orgogliosi”, ha dichiarato Antonio Messina, a capo del business biofarmaceutico di Merck in Italia. “Con il Grant for Growth Innovation, anno dopo anno Merck conferma il proprio impegno nel sostenere l’attività di ricerca clinica in un ambito – quello dei disturbi della crescita – nel quale c’è ancora molto da fare per rispondere ai bisogni di cura dei pazienti“.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*