Pfizer raddoppia su COVID e influenza

Condividi:
Share

(Reuters) – È partito lunedì un ampio studio clinico attraverso il quale Pfizer testerà il suo farmaco antivirale orale sperimentale, messo a punto per la prevenzione dell’infezione da COVID-19 tra coloro che sono stati esposti al virus.

Il trial clinico di fase medio-avanzata testerà il candidato PF-07321332 su 2.660 adulti sani di età pari o superiore a 18 anni che vivono nella stessa famiglia di una persona con un’infezione sintomatica confermata da coronavirus.

Nello studio il farmaco, progettato per bloccare l’attività di un enzima chiave necessario per la replicazione del coronavirus, sarà somministrato insieme a un basso dosaggio di ritonavir, un farmaco più datato, ampiamente usato nei trattamenti di combinazione contro l’HIV. La pharma USA ha avviato anche un altro studio relativo a PF-07321332, su pazienti adulti sintomatici non ricoverati.

Il vaccino a mRNA contro l’influenza
Nell’ambito di uno studio clinico in fase precoce, Pfizer ha inoculato la prima dose di un candidato vaccino antinfluenzale basato sulla tecnologia dell’RNA messaggero, la stessa usata per il vaccino contro il COVID-19, messo a punto insieme a BioNTech.

Il trial sarà condotto negli USA e testerà il vaccino su adulti sani di età compresa tra 65 e 85 anni. “La pandemia di COVID-19 ci ha permesso di sfruttare l’opportunità dell’mRNA e l’influenza è un’area in cui vediamo il bisogno di vaccini”, spiega Kathrin Jansen, responsabile di ricerca e sviluppo dei vaccini di Pfizer.

Lo studio valuterà sicurezza e risposte immunitarie rispetto a un altro vaccino antinfluenzale approvato dalla FDA.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana Daily Health Industry)

Notizie correlate

Lascia un commento