Pfizer, Q3: bene Health Innovative, ma l’attenzione è su Consumer Healthcare

2 novembre, 2017 nessun commento


(Reuters Health) – Spin off, cessione dell’intera BU, rinvio all’anno prossimo. Pfizer sfoglia la margherita sicura del forte interesse che la vicenda della sua Consumer Healthcare sta riscuotendo nel mondo del pharma. Una sicurezza ribadita in occasione della comunicazione dei dati trimestrali.”Ci aspettiamo un grande interesse da parte dei potenziali acquirenti”, ha detto il CEO Ian Read. Alcuni problemi di fornitura relativi a prodotti sterili iniettabili, l’acquisto di Hospira da parte di Pfizer, insieme alla notevole diminuzione delle vendite di prodotti non brevettati, hanno contribuito ad un calo dell’11% del fatturato dell Q3 dell’unità Essential Health, attestatosi a 5,05 miliardi di dollari. John Boris, analista di SunTrust Robinson Humphrey, ha dichiarato che Essential Health è “sotto pressione” e che gli investitori sono preoccupati per il fatto che nuovi concorrenti possano conquistare una fetta del mercato degli sterili iniettabili prima che Pfizer sia operativa a pieno regime. Bene le vendite di Health Innovative, che sono aumentate in questo trimestre dell’11%, portandosi a 8,12 miliardi di dollari. Un forte contributo in tal senso è stato dato da Prevnar, vendutissimo vaccino contro la polmonite, e da Ibrance, farmaco usato contro il tumore della mammella. Le vendite di Prevnar sono diminuite dell’1%, ossia di 1,52 miliardi di dollari, ma hanno superato le stime degli analisti di circa 1,46 miliardi di dollari. Le vendite di Ibrance sono invece aumentate di quasi il 60% attestandosi a 878 milioni di dollari, ma sotto le elevate aspettative di Wall Street (914 milioni di dollari). Pfizer vede una crescita ulteriore delle vendite grazie ad un’autorizzazione prevista per un farmaco contro l’artrite psoriasica e ha anche detto che si aspetta da Euclisa, una nuova crema contro gli eczemi, vendite annuali superiori ai 2 miliardi di dollari. Inoltre spera che una potenziale approvazione di Xtandi per il cancro alla prostata non metastatico, basata su alcuni recenti dati, offra una nuova rampa di lancio a questo farmaco chiave entrato nella pipeline dal 2016 con l’acquisizione di Medivation. L’azienda ha anche rafforzato il forecast del 2017, portandolo dal range compreso tra i 52,4-53,1 miliardi di dollari ai 52-54 miliardi di dollari stimati. Infine, secondo Thomson Reuters, Pfizer ha guadagnato 67 centesimi di dollaro per azione nel trimestre, superando le stime medie degli analisti di 3 centesimi.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*