Pfizer: alla FDA la richiesta di autorizzare una dose di richiamo del vaccino COVID

Condividi:
Share

(Reuters) – Entro il prossimo mese Pfizer chiederà alle autorità regolatorie statunitensi di autorizzare una dose di richiamo del suo vaccino anti COVID-19.

La richiesta verrà formulata sulla base di elementi che suggeriscono un maggiore rischio di reinfezione a causa della diffusione della variante Delta, altamente contagiosa, sei mesi dopo la somministrazione della seconda dose del vaccino della pharma statunitense. Il direttore scientifico di Pfizer, Mikael Dolsten, ha affermato infatti che il calo dell’efficacia del vaccino, recentemente osservato in Israele, è dovuto principalmente alle infezioni di persone che erano state vaccinate a gennaio o a febbraio. Il ministero della salute dello Stato ebraico ha dichiarato che l’efficacia del vaccino nel prevenire sia l’infezione che la malattia sintomatica è scesa a giugno al 64%.

“Il vaccino Pfizer è altamente attivo contro la variante Delta”, ha detto Dolsten in un’intervista, ma, dopo sei mesi, “probabilmente c’è il rischio di reinfezione poiché gli anticorpi, come previsto, diminuiscono”. Pfizer non ha divulgato i dati israeliani completi, ma ha detto che verranno presto pubblicati.

Il manager ha sottolineato che i dati provenienti da Israele e dalla Gran Bretagna suggeriscono comunque che, anche con il calo dei livelli di anticorpi, il vaccino rimane efficace al 95% contro le forme gravi della malattia.

Dolsten ha poi affermato che i primi dati degli studi condotti dall’azienda mostrano che una terza dose di richiamo genera livelli di anticorpi da cinque a dieci volte superiori rispetto alla seconda, suggerendo quindi che la sua somministrazione possa offrire una protezione efficace. Ha anche aggiunto che diversi Paesi si sono già rivolti a Pfizer per discutere in merito alle dosi di richiamo e alcuni potrebbero già iniziare a utilizzarle prima della potenziale autorizzazione degli Stati Uniti.

Fonte: Reuters Health News

(Versione italiana Daily Health Industry)

Notizie correlate

Lascia un commento