Parkinson: AbbVie sceglie spin-off Karolinska per sviluppo immunoterapia

22 settembre, 2016 nessun commento


AbbVie sigla una partnership con la BioArctic, biotech svedese attiva nel campo del trattamento della Malattia di Parkinson, titolare di un portafoglio di prodotti anticorpali contro la proteina alfa-sinucleina. BioArctic, fondata nel 2003, è una delle 10 start-up create dall’istituto di ricerca Karolinska e si occupa prevalentemente di sviluppare nuovi approcci immunoterapici per la cura delle malattie neurodegenerative. Gunilla Osswald  CEO della start-up svedese, si è detta “orgogliosa dell’interesse mostrato da AbbVie, a testimonianza del grande impegno che la big-pharma ha nel campo delle terapie contro il Parkinson. Mi auguro che grazie a questa collaborazione si possa raggiungere con successo l’obiettivo di trovare dei trattamenti innovativi che possano curare il più ampio numero di pazienti affetti da questa patologia”.

AbbVie nel Parkinson
Sempre sul fronte terapie, AbbVie l’anno scorso aveva ottenuto l’approvazione FDA per il trattamento Duopa, una formula che combinava due trattamenti standard per il Parkinson. A questo si aggiunge lo studio di fase III, attualmente in corso, per testare Duopa NexGen che presenta un’innovazione nella modalità di somministrazione. Dal canto suo, BioArctic ha recentemente avviato anche una collaborazione con Eisai per il trattamento dell’Alzheimer e lo sviluppo di un prodotto, BAN 2401, il primo anticorpo monoclonale che lega ed elimina selettivamente le protofibrille amiloidi, coinvolte sia nell’Alzheimer, sia nel Parkinson. Questo anticorpo, qualora gli studi lo confermassero, è in grado di ridurre il declino cognitivo e la progressione della malattia. Ad oggi è attivo uno studio su 800 pazienti allo stadio iniziale della malattia.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*