Otsuka: presto in Usa il primo farmaco digitale per la schizofrenia

7 settembre, 2018 nessun commento


L’unico farmaco”digitale” finora approvato dalla FDA, Abilify MyCite (compresse di aripiprazolo con un sensore di tracciamento) è ormai a un passo dall’arrivare sugli scaffali, almeno negli USA. Grazie a un accordo stretto tra Otsuka, che produce la pillola digitale, e Magellan Health, un fornitore di servizi per la salute mentale, la pillola sarà presto avviata alla distribuzione. Il farmaco è stato approvato per il trattamento di schizofrenia e disturbo bipolare, ma Abilify MyCite è una formulazione orale ‘intelligente’ che registra data e ora in cui un paziente assume la pillola e trasmette queste informazioni, insieme al livello di attività, a un’app per smartphone in cui i pazienti possono aggiungere dati sul loro stato d’animo, sulla qualità del sonno e altre informazioni di carattere sanitario. E se il paziente lo consente, i dati sul dosaggio potranno essere letti anche dal medico che lo ha in cura.“Siamo fiduciosi che la possibilità di monitorare l’assunzione di farmaci in pazienti con gravi malattie mentali fornirà approfondimenti importanti per i pazienti e gli operatori”, ha dichiarato Kabir Nath, presidente e CEO di Otsuka North America Pharmaceutical Business.  Grazie all’accordo tra Otsuka e Magellan Health si riusciranno probabilmente a raccogliere dati e prove reali sull’aderenza alla terapia e la collaborazione offrirà anche a medici e pazienti la possibilità di fare esperienza con l’uso quotidiano della pillola 3.0.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*