Orphan drugs: prezzi stabili entro il 2018

9 settembre, 2016 nessun commento


Entro il 2018, i prezzi delle orphan drugs  si stabilizzeranno. È questa la sintesi di uno studio condotto da IMS Health e da Celgene, pubblicato sulla rivista Health Affairs di settembre. Nonostante le preoccupazioni legate a una crescita apparentemente non sostenibile, nel rapporto si legge che la spesa per i farmaci indicati per le malattie rare è salita dai 15 miliardi nel 2007 ai 30 nel 2013, rappresentando circa l’8,9% del totale della spesa farmaceutica. Una crescita che nei prossimi anni (2014-2018) dovrebbe appunto rallentare. Queste considerazioni spingono gli autori dello studio ad affermare che “la crescita dei costi non giustifica la non sostenibilità della spesa. I farmaci orfani rappresentano una nicchia e quindi l’impatto sui budget è minimo”.

Una posizione che contrasta con la tesi sostenuta, negli USA, dall’associazione delle compagnie di assicurazioni assicurazione (AHIP), secondo le quali i produttori farmaceutici starebbero traendo guadagno in tema di R&D, sulla base del recente Orphan Drug Act. La legge in questione, emanata proprio per le malattie che colpiscono meno di 200mila pazienti, prevede infatti una serie di misure fiscali agevolate per le aziende che sviluppano questo tipo di prodotti. Secondo l’AHIP, infatti, 46 farmaci orfani hanno incrementato i prezzi tra il 2012 e il 2014, con una crescita pari al 12%.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*