OMS: tampone per tutti i casi sospetti di COVID-19

Condividi:
Share

“Nell’ultima settimana  “abbiamo visto una rapida escalation dei casi di Covid-19, il numero di contagi e vittime è ora superiore nel resto del mondo rispetto a quelli in Cina”, ha detto Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Organizzazione mondiale della Sanità, durante la conferenza stampa di aggiornamento sull’epidemia di coronavirus Covid-19.

“Abbiamo visto un aumento delle misure per evitare contatti tra le persone come la cancellazione di eventi sportivi. Non abbiamo però visto un’escalation sufficiente del numero di test effettuati, che rappresentano la spina dorsale della strategia per rispondere al virus”, ha detto il Dg dell’Oms, sottolineando che “ogni giorno vengono prodotti più test diagnostici per rispondere alla domanda globale e che l’Organizzazione ha inviato 1,5 milioni di test in 120 Paesi”.

“Il modo più efficace – ha spiegato – per prevenire le infezioni e salvare vite umane è rompere le catene della trasmissione. Per farlo, è necessario testare e isolare. Non si può combattere un fuoco con gli occhi bendati. E non possiamo fermare questa pandemia se non sappiamo chi è infetto. Occorre testare ogni caso sospetto con sintomi di COVID-19. I positivi devono essere isolati e seguire la catena verificando i contatti delle persone contagiate”.

“Questa è la crisi sanitaria che segna la nostra epoca”, ha rimarcato Tedros e i “prossimi giorni, settimane e mesi saranno un test per la nostra risolutezza e la nostra fiducia nella scienza nonché un test per la solidarietà. Crisi come questa tirano fuori il meglio e il peggio dell’umanità”.

Notizie correlate

Lascia un commento