OMS: farmaci contraffatti, un business da 30 miliardi di dollari

29 novembre, 2017 nessun commento


(Reuters Health) – Un farmaco su 10 venduti nei Paesi in via di sviluppo è contraffatto o al di sotto dello standard ed è la causa di decine di migliaia di morti, molti dei quali bambini africani a cui vengono somministrati trattamenti inefficaci per polmonite e malaria. È questo il dato macroscopico che emerge dalle 1500 segnalazioni raccolte dall’OMS a partire dal 2013. Fra i medicinali più contraffatti, gli antibiotici e gli antimalarici. I medicinali contraffatti – avverte l’Organizzazione Mondiale della Sanità –  possono contenere dosi scorrette, ingredienti sbagliati o mancare totalmente di principi attivi. Allo stesso tempo, si osserva un altro fenomeno: un cospicuo numero di farmaci autorizzati non riesce a raggiungere gli standard di qualità necessari a causa di uno scorretto stoccaggio e di altri problemi. È difficile quantificare il fenomeno con precisione, ma un’analisi raggruppata di 100 studi condotti dal 2007 al 2016, in cui sono stati analizzati oltre 48.000 campioni, ha mostrato che il 10,5% dei farmaci nei Paesi a basso e medio reddito sono contraffatti o al di sotto dello standard. Con le vendite farmaceutiche che in tali Paesi raggiungono quasi i 300 miliardi all’anno, ciò significa che il commercio dei medicinali contraffatti frutta 30 miliardi di dollari. Secondo un team dell’Università di Edimburgo, che ha ricevuto dall’OMS l’incarico di studiare l’impatto dei farmaci contraffatti, i danni per la salute sono enormi. Gli studiosi hanno calcolato che fino a 72.000 decessi di bambini per polmonite sono attribuibili all’uso di antibiotici con ridotta attività. I medicinali di bassa qualità aumentano anche il pericolo di antibiotico-resistenza. Un altro gruppo di ricercatori della London School of Hygiene and Tropical Medicine ha stimato che 116.000 decessi all’anno per malaria possono essere attribuiti agli antimalarici contraffatti che circolano nell’Africa sub-sahariana.

 

 

Fonte: Reuters Health News

(Versione Italiana per Daily Health Industry)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*