OMS: COVID-19 è pandemia

Condividi:
Share

Il COVID-19 è ufficialmente pandemia. Questa è infatti la parola che Mike Ryan, responsabile del programma di emergenza dell’OMS, ha usato per descrivere l’evolversi della situazione nel corso della conferenza stampa tenutasi nel pomeriggio di mercoledì 11 marzo a Ginevra.

Ryan ha anche sottolineato che la situazione in Iran è “molto grave” e che l’OMS auspica maggiore sorveglianza e iniziative per l’infezione.

Successivamente anche il Direttore Generale dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha confermato il nuovo status per l’epidemia.

L’OMS, in data 30 gennaio, aveva dichiarato lo stato di emergenza per la salute pubblica. Ad oggi si contano 118 mila casi in 114 Paesi. I morti sono arrivati a quota 4.291.

“Pandemia non è un termine da usare con leggerezza o noncuranza. È un termine che, se usato in modo improprio, può causare paura irragionevole o ammissione ingiustificata che la lotta sia finita, portando a sofferenze e morte inutili “, ha detto Tedros che ha sottolineato come “descrivere la situazione come una pandemia non cambia la valutazione dell’OMS sulla minaccia rappresentata da questo coronavirus e non cambia ciò che l’OMS sta facendo né ciò che i paesi dovrebbero fare”.

“Nelle ultime due settimane, il numero di casi di COVID19 al di fuori della Cina è aumentato di 13 volte e il numero di paesi colpiti è triplicato e nei giorni e nelle settimane a venire ci aspettiamo purtroppo che questi numeri crescano ancora”, ha detto ancora il Dg dell’Oms che si è detto molto preoccupato di questo trend ,ma altrettanto della “inazione” da parte di molti Paesi.

 

Notizie correlate

Lascia un commento