Novartis: con Kymriah buona qualità della vita dei pazienti

Novartis: con Kymriah buona qualità della vita dei pazienti
Condividi:
Share

(Reuters Health) – I pazienti con linfoma a grandi cellule B diffuso (DLBLC) con recidive o refrattari al trattamento, che hanno raggiunto una risposta completa o parziale con la CAR-T Kymriah (tisagenlecleucel) di Novartis, presentano anche un miglioramento a livello di qualità di vita. A rivelarlo è uno studio di fase II pubblicato su Blood Advances da un team guidato da Richard Maziarz della Oregon Health and Science University di Portland (USA).

La sperimentazione ha valutato i pazienti che si sono sottoposti a una singola infusione di tisagenlecleucel dopo due o più linee terapeutiche e che avevano subito un trapianto autologo di cellule staminali, che era fallito, o che non erano adatti a questa procedura. Ai pazienti, seguiti per 19,3 mesi, è stato chiesto di rispondere a dei questionari sulla qualità di vita: il Functional Assessment of Cancer-Therapy-Lymphoma (FACT-Lym) e lo Short Form-36 (SF-36) Health Survey prima della terapia e dopo 3, 6, 12 e 18 mesi.

Dei 115 pazienti che hanno ricevuto la CAR-T ne sono stati valutati 99. Di questi, il 54% ha risposto al trattamento e il 40% ha avuto una risposta completa. I pazienti che avevano una risposta completa o parziale avevano un miglioramento della qualità di vita in tutti i punteggi del FACT, in tutti i momenti in cui è stato valutato. Il questionario SF-36 ha evidenziato, inoltre, un miglioramento oltre il minimo di importanza a livello clinico, con differenze su cinque degli otto sotto-domini di valutazione.

“I pazienti che rispondono alla terapia non richiedono cure, né test di laboratorio o somministrazione di emoderivati”, sottolinea Maziarz. “Se le terapie lasciassero i pazienti debilitati potremmo avere un beneficio a livello di sopravvivenza, ma non nel modo previsto”, aggiunge l’esperto, secondo il quale “i risultati riferiti dal paziente sono sempre più considerati importanti nelle cure per il cancro”.

Fonte: Blood Advances
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Taggato con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*