Merck KGaA: Life Sciences cresce del 6,5%

16 maggio, 2016 nessun commento


(Reuters Health) – Le nuove tecniche di modificazione genica  trainano Merck KGaA (Germania), che vede crescere i guadagni nel settore di materiali e attrezzature da laboratorio. Il business Life Science dell’azienda tedesca – che fornisce ai laboratori dall’acqua ultrapura alle linee cellulari, fino ai bioreattori per produrre proteine –  ha visto una crescita delle vendite del 6,5% lo scorso anno, sopra la media del 4-5% del mercato.

E il momento positivo è destinato a durare, giacché Merck ha da poco acquisito Sigma-Aldrich, che si aggiunge alla già rilevata Millipore: “L’ambizione è di crescere più velocemente del mercato – ha commentato Udit Batra, capo della divisione Life Science di Merck –  e non ci sono motivi per cui non dovremmo farlo”. L’azienda conta di raggiungere i 5,4 miliardi di euro di vendite annuali, più di un terzo dei 15 miliardi di entrate totali da prodotti chimici e farmaci, considernado anche l’indotto da prodotti targati Sigma-Aldrich.

Bene il Q1. Si allargano i settori di profitto
Il primo trimestre è andato bene, anche se i dettagli saranno pubblicati il 19 maggio. Le nuove tecniche di modifica del geni come CRISPR-Cas, basate sulla risposta immunitaria dei batteri all’attacco di un virus, è una possibilità più precisa ed economica di manipolare il DNA umano, animale e vegetale. E questo avrebbe stimolato accordi finanziari e starebbe aprendo nuove opportunità di business per il colosso tedesco. “Noi siamo leader in questo campo ” ha sottolineato Batra, che ha anche lavorato in passato per il ramo vaccini e diagnostici di Novartis.

La possibilità di ‘rammendare’ i difetti genetici, la cosiddetta terapia genica, ha subito battute d’arresto, ma mantiene la promessa di trattare malattie considerate incurabili. I fallimenti precedenti e il fatto che questo approccio sia stato prima destinato alle malattie rare hanno mantenuto il gene editing in un mercato di nicchia. “Ci sono stati solo trials nelle fasi iniziali che hanno fallito, così le persone sono diventate caute. Ma ora la tecnologia è molto più precisa e l’industria e la ricerca si sono sviluppate”, ha dichiarato Batra.

“Queste tecniche richiedevano inoltre risorse dispendiose dal punto di vista economico, ma ora, con CRISPR l’ingegneria genetica è alla portata di tutti. È un metodo – ha precisato Batra – che ha diffuso la tecnica della modifica genica nei laboratori, così si può studiare l’origine delle malattie”.

La divisione Life Sciences di Merck, che compete con l’americana Termo Fischer, può fare profitti in diversi campi, principalmente in quelli della ricerca e dello sviluppo di nuovi farmaci e piante. Ad esempio può lavorare nel gene editing per piccole startup biotech o laboratori, o offrire intere libraries per tutte le possibili modifiche del filamento del DNA.

Fonte: Reuters Health

(Versione italiana Daily Health Industry)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*