Marketing: Bayer abolirà il brand Monsanto?

28 settembre, 2016 nessun commento


Bayer sta valutando la possibilità di fare “cadere” il marchio Monsanto, quando l’acquisizione da 66 miliardi di dollari sarà conclusa. È quanto ipotizza Bloomberg. Una mossa questa che non lascia sorpresi. La Monsanto infatti non gode di ottima reputazione. Il gigante occupa da anni gli ultimi posti della classifica di Harris Poll sulla reputazione delle aziende in USA. Le parole “male”, “odio” e “pericolosa” appaiono come suggerimenti sulla prima pagina di Google quando si fa una ricerca su Monsanto.

Al contrario, Bayer gode di ottima reputazione tra le sue concorrenti in ambito farmaceutico. Quest’anno, inoltre, è risultata terza dopo Coca-Cola e Hershey nella valutazione di CoreBrand dei 100 marchi più potenti. In questo senso, “Monsanto ha una maggiore possibilità di migliorare la sua reputazione sotto il tetto di Bayer” ha detto Marc Tuengler, capo della procura tedesca e consulente DSW. Finora le due società hanno detto poco circa un possibile cambio di nome. Come ha fatto sapere il CEO di Monsanto Hugh Grant a Bloomberg: “la chiave del business è sui prodotti sviluppati e non sul nome”. Le aziende avranno comunque tutto il tempo per capire i loro piani. La fusione dovrà  probabilmente affrontare un intenso controllo normativo statunitense ed europeo. Tempo stimato: entro la fine del 2017.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*