Lundbeck, outlook 2019 in crescita

6 Novembre, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

(Reuters Health) – Grazie alle performance migliori del previsto dei suoi farmaci chiave nel terzo trimestre di quest’anno, Lundbeck ha deciso di aumentare le stime su vendite e utili per l’intero 2019. Le azioni dell’azienda danese sono così salite di oltre il 5%.

Lundbeck, specializzata nei trattamenti per malattie quali Alzheimer e depressione, ha subito pressioni per la scadenza dei brevetti di alcuni dei suoi farmaci più datati, che ha messo un freno alle vendite di quest’anno.

Ma le entrate generate, per esempio, dal nuovo antidepressivo Brintellix hanno determinato un aumento delle previsioni fino a un massimo di quasi 2,52 miliardi di dollari dai precedenti 2,50 miliardi.

Le vendite della pharma danese sono diminuite del 9,4% nei primi nove mesi del 2019 a causa della prevista concorrenza dei generici sul farmaco per l’epilessia Onfi, il cui brevetto è scaduto a ottobre 2018.

Il farmaco rappresenta ora meno del 7% delle entrate totali, in calo rispetto al 18% all’inizio dell’anno. Ma Lundbeck confida nel ritorno alla crescita dal 2020. E per incrementare le vendite, la pharma danese punta a nuove acquisizioni di candidati in fase avanzata di studio o pronti per l’ingresso nel mercato.

A settembre Lundbeck ha acquisito la biotech Alder BioPharmaceuticals per due miliardi di dollari, entrando in un mercato in espansione, quello dell’emicrania, che, secondo gli analisti, potrebbe raggiungere un fatturato annuo di 8,7 miliardi di dollari nel 2026. Infine, la casa farmaceutica danese si prepara al lancio di eptinezumab, per la prevenzione dell’emicrania, negli USA, mentre è in attesa di avere l’ok al farmaco in Europa, Cina e Giappone,

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*