Lorenzin: in manovra un miliardo vincolato a farmaci oncologici e fondo Epatite C

19 ottobre, 2016 nessun commento


In questa manovra “vediamo attuare il patto per la salute”. È il parere del ministro della Salute Beatrice Lorenzin, rilasciato in occasione di un incontro con i colleghi di Area Popolare proprio per illustrare la manovra. Nel ricordare che con le centrali di acquisto si provvederà alla riduzione della spesa e a reinvestire i risparmi nella qualità delle prestazioni e dei servizi ai cittadini, il ministro ha spiegato che dei due miliardi ottenuti in questa manovra, “uno ha natura di vincolo: 500 milioni per il fondo epatite C, cioè un rifinanziamento strutturale del fondo che rimarrà stabile fino all’esaurimento dei casi ed è fuori dalla spesa farmaceutica. Siamo l’unico Paese in Europa – ha sottolineato – ad aver stornato questo fondo; altri 500 milioni sono vincolati ai farmaci oncologici la cui innovatività viene individuata per 36 mesi.

Anche su questo siamo i primi in Europa ad affrontare il problema in modo organico. Sui farmaci innovativi oggi sono gli oncologici, poi riguarderanno l’Alzheimer e poi sara’ strutturale”. Il ministro ha poi accennato ad un ‘fondo di premialità’ per le Regioni che migliorano i Lea ed espresso l’auspicio che migliori il sistema di investimenti delle regioni. Infine, ha rilevato una “stretta delle maglie per chi e’ in deficit” avvertendo che in quei casi “commissarieremo”

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*