Johnson & Johnson, riesplode il caso Baby Powder

14 Dicembre, 2018 nessun commento


Condividi:
Share

Venerdi 14 dicembre Reuters ha pubblicato un’inchiesta in cui sostiene che Johnson & Johnson fosse a conoscenza da decenni del rischio amianto contenuto nel Baby Powder.

Reuters ha esaminato documenti relativi alla vicenda che coprono l’arco temporale che va dal 1971 al 2000.

Da questo esame emergerebbe come già negli anni Sessanta J&J avesse trovato tracce di tremolite – un amianto – nel talco e si fosse posta la questione della sua tossicità, interpellando esperti e legali.

Nel 1970 un test eseguito dalla FDA non trovò tracce di amianto nel prodotto J&J. Tuttavia si sarebbe trattato di un test non in grado di rilevare fibre molto piccole.

Da allora, fino ai giorni nostri, la questione amianto avrebbe continuato a essere oggetto di di dibattito interno, coperto da riserbo.

Dopo la pubblicazione del report le azioni di J&J hanno perso oltre il 6% alla Borsa di New York.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*