Johnson & Johnson: bene il Q2 e azioni record

20 luglio, 2016 nessun commento


(Reuters Health) – Buone notizie per Johnson & Johnson. L’azienda americana ha raggiunto le previsioni di vendite e guadagni per il 2016 e il Q2 ha battuto le stime, soprattutto grazie ai farmaci da prescrizione.Le azioni dei diversi prodotti sanitari sono salite dell’1,6% a 125,06 dollari alla Borsa di New York, dopo aver toccato un nuovo record di 125,75 dollari.

Gli analisti pensano che questi risultati guideranno un ulteriore rialzo. Tra i farmaci che hanno trainato l’azienda americana ci sono l’antitumorale Imbruvica e l’anticoagulante Xarelto, che hanno visto aumentare le vendite dell’8,9%, facendo guadagnare a J&J 8,7 miliardi di dollari nel Q1. Mentre il farmaco più venduto dall’azienda americana, Remicade, è salito del 6,7%, facendo utili per 1,78 miliardi di dollari. Sulla base di questi dati, l’azienda americana, che è stata la prima ad annunciare i risultati del Q2 negli USA, ha alzato le stime del 2016 nel range 71,5 – 72,2 miliardi di dollari, dal precedente 71,2 – 71,9 miliardi di dollari.

Lo scenario
Gli investitori sono preoccupati per l’eventuale concorrenza a Remicade, negli USA, dal momento che la FDA ha approvato, all’inizio di quest’anno, Inflectra, una versione più economica, sviluppata da Celtrion e Pfizer, anche se una battaglia sul brevetto ne ha ritardato l’entrata nel mercato. L’azienda con sede nel New Jersey starebbe anche rivedendo le sue aree di business dei dispositivi medici, per focalizzarsi su protesi artificiali e altri devices per la chirurgia traumatologica. Le vendite dei dispositivi medici sono salite lentamente dell’1%, raggiungendo quota 6,4 miliardi di dollari nel trimestre appena trascorso, sostenute dall’aumento della domanda dei dispositivi chirurgici. La crescita in questo settore, secondo J&J, è stata in linea con il mercato. I ricavi totali sarebbero dunque aumentati del 3,9%, raggiungendo 18,5 miliardi di dollari. 

Fonte: Reuters Health News

(Versione italiana per Daily Health News)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*