J&J in dubbio su imetelstat (mielofibrosi). Salta l’acquisizione da Geron?

11 aprile, 2017 nessun commento


Johnson & Johnson ha rinviato la decisione sull’opportunità di abbandonare o meno lo sviluppo del farmaco imetelstat di Geron. Continueranno gli studi riguardanti questo inibitore della telomerasi impiegato contro la mielofibrosi, ma Geron non ha ricevuto rassicurazioni a lungo termine sullo sviluppo del farmaco. J & J sta testando il candidato in due studi distinti, con l’obiettivo di ottenere dati in grado di orientare le future decisioni. Entrambi gli studi hanno superato l’ultima revisione. Imetelstat si è rivelato sicuro ed efficace nei pazienti affetti da tumori noti come sindromi mielodisplastiche. Il tasso di variazione del volume della milza, visto nel processo di mielofibrosi, è attualmente inferiore rispetto a quanto verificato con i farmaci  potenziali rivali di imetelstat. Nonostante queste evidenze, la big pharma del New Jersey ha deciso di prendersi una pausa di riflessione. Parlando con gli investitori nel mese scorso, il CEO di Geron John Scarlett ha detto che J & J avrebbe potuto riprendere il reclutamento di pazienti per studi su dosaggi più alti di imetelstat  (9,4 mg / kg), ma J & J ha deciso di non farlo. Geron ha cercato di minimizzare la decisione, osservando che ci sono già abbastanza pazienti nello studio attuale per valutare i risultati a lungo termine. La biotech californiana spera che J & J, prima di prendere una decisione definitiva sull’opportunità o meno di continuare lo sviluppo di imetelstat, attenda i dati a lungo termine dello studio sulla mielofibrosi. Non è chiaro quando questo accadrà esattamente, ma Geron ritiene che J & J prenderà la sua decisione “nel corso del prossimo anno”.

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*