JLABS@Toronto: apre il primo laboratorio start-up J&J fuori da USA

12 maggio, 2016 nessun commento


Dodicimila metri quadrati per fornire agli imprenditori spazi condivisi per laboratori e uffici e un mutuo scambio di esperienze in campo scientifico, industriale ed economico. Questo è JLABS@Torontol’ultimo progetto di Johnson & Johnson, il primo fuori dagli USA.

La nuova struttura può ospitare fino a 50 start-up e apre i battenti con 22 aziende che spaziano in diversi settori, dalle terapie ai dispositivi medici alle soluzioni in ambito della salute. Tra il primo gruppo di start-up ospitate ci sono anche i sette vincitori del JLABS@Toronto Quick Fire Challenge, che premia le innovazioni più promettenti, ancora, però, nelle prime fasi di sviluppo.

Alcune tra le prime aziende che lavoreranno nel sito sono, per esempio, KalGene Pharmaceuticals, che sta sviluppando un nuovo farmaco per ridare la memoria ai malati di Alzheimer, e Translatum Medicus, che sta conducendo sperimentazioni cliniche su un immunomodulatore contro la degenerazione maculare senile secca, una delle principali cause di cecità.

JLABS ha cinque strutture negli USA, con la sede principale a San Diego e le altre quattro a San Francisco, South San Francisco, Houston e Boston. J&J in genere investe direttamente nelle start-up o le aiuta comunque a trovare investimenti. Il progetto vede la partecipazione di diverse realtà: J&J Innovation, Università di Toronto, MaRS Discovery District, dove è collocata la struttura, MaRS Innovation e il Governo dell’Ontario, oltre a diversi ospedali della regione canadese.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*